Pace contributiva, ecco il modulo INPS per il riscatto dei contributi e come inoltrare la richiesta

Pace contributiva presentare domanda tramite il modello AP135 dell’INPS. Prevista la detrazione al 50% e rateizzazione in 60 rate

Per poter presentare la domanda per la pace contributiva, bisogna compilare il modello AP135 dell’INPS che permette il riscatto agevolato dei contributi. Il pagamento può essere effettuato tramite rateizzazione   e il costo è detraibile nella misura del 50%.

Pace contributiva: il modulo INPS per il riscatto dei contributi

Il modulo per la richiesta di pace contributiva è il modulo AP135 che verrà presentato dai contribuenti che intendono beneficiare del riscatto agevolato dei contributi previdenziali.

La pace contributiva è stata introdotta con il Decreto su reddito di cittadinanza e quota 100, il quale è stato approvato dal Senato.

Le agevolazioni previste per i contribuenti che presentano la domanda Inps sono le detrazioni del 50% per il riscatto dei contributi. L’onere da riscatto può essere versato in un’unica soluzione o in un massimo di 60 rate mensili di uguali importo.

Il   modulo AP 135 contiene le regole di accesso alla pace contributiva. In cui l’INPS indica che la misura è rivolta solo ai lavoratori iscritti all’AGO, che non hanno anzianità contributiva al 31 dicembre 1995 e non sono titolari di pensione.

Pace contributiva: come presentare il modulo INPS AP135 per il riscatto dei contributi

La richiesta di accesso alla pace contributiva va effettuata presentando modello AP 135 presso la sede territoriale dell’INPS. Tale operazione può essere effettuata oltre dall’assicurato, anche da parenti e affini, e dal datore di lavoro per dipendenti settore privato.

La presentazione del modello AP135 dell’INPS può essere presentato, all’ufficio INPS di competenza territoriale, tramite le seguenti modalità:

  • Direttamente allo sportello, firmando il modulo in presenza del dipendente addetto o correlando il modello con una copia di un documento d’identità in corso di validità;
  • Trasmissione tramite fax;
  • Spedizione con raccomandata A/R allegando una copia di documento di identità in corso di validità;
  • Invio con Posta elettronica certificata (PEC) del richiedente, all’indirizzo PEC dell’Ufficio INPS, sempre con allegato copia digitalizzata di un documento di identità in corso di validità.

Pace contributiva: ecco come funziona il riscatto agevolato dei contributi

La pace contributiva è stata introdotta con il DL 4/2019, essa consiste nella possibilità di riscattare, in regime agevolato, i periodi contributivi scoperti.

Dobbiamo dire che la pace contributiva è una misura sperimentale, che darà la possibilità ai lavoratori di riscattare in parte o in tutto quei periodi non coperti da contribuzione presso nessun Ente. Tale misura sarà in vigore dal 2019 fino al 2021.

L’importo dovuto potrà essere suddiviso in 60 rate di uguale importo, ma non inferiore a 30 euro ciascuna, e non sono previsti interessi passivi.

Nel caso in cui si debba utilizzare i contributi riscattati per un’immediata liquidazione della pensione diretta o indiretta oppure ancora questi sono necessari per l’approvazione di domanda di autorizzazione ai versamenti volontari, l’importo va versato in un’unica rata. Se questa esigenza si manifesta dopo l’approvazione della rateizzazione, la somma ancora non versata va dovuta in un’unica soluzione.

Sarà direttamente l’INPS ad effettuare il calcolo sulla base delle regole previste dal comma 5, articolo 2 del decreto legislativo n. 184 del 30 aprile 1997, tale importo potrà essere portato in detrazione fiscale nella misura del 50%. L’importo sarà rimborsato in cinque rate annuali di pari importo.

Pace contributiva con riscatto agevolato, ultime novità

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.