Pace fiscale, maxi condono, sanabili gli atti fino al 24 ottobre 2018

Breve sinstesi degli aspetti principali della pace fiscale, emanati dall’Agenzia delle Entrate con provvedimento del 9 novembre 2018 con protocollo n. 298794.

Atti definibili

Avvisi di accertamento e di liquidazione, atti di recupero crediti di imposta emessi dall’Agenzia delle Entrate e avvisi di accertamento emessi dall’Agenzia delle Dogane ai fini della riscossione delle risorse proprie tradizionali notificati al 24.10.2018.

– Inviti al contraddittorio notificati al 24.10.2018.
–  Accertamenti con adesione sottoscritti al 24.10.2018.

Pace fiscale: definizione agevolata per tributi e contributi, i chiarimenti dell’Agenzia

Importi da pagare

Tutti i tributi ed eventuali contributi indicati nell’atto, con esclusione delle sanzioni amministrative, interessi (esclusi quelli previsti per risorse proprie tradizionali) ed eventuali accessori (spese di notifica o simili). Se nell’atto non sono indicati tributi e contributi, occorre manifestare la volontà di definire tramite comunicazione in carta libera da presentare direttamente, con raccomandata A/R o Pec all’ufficio competente entro il termine di versamento

Termini di pagamento

Per gli atti impositivi, entro il 23.11.2018 ovvero il termine per ricorrere se maggiore; per gli inviti al contraddittorio, entro il 23.11.2018; per le istanze di adesione già presentate, entro il 13.11.2018

È esclusa la compensazione, mentre il pagamento può avvenire in unica soluzione o in 20 rate trimestrali di pari importo, utilizzando il modello F23 o F24. La quietanza deve essere inoltrata all’Agenzia delle Entrate entro 10 giorni dal versamento. È applicabile il principio del “lieve inadempimento”; pertanto, piccoli ritardi o errori limitati non comportano conseguenze per il contribuente.

Gli atti, di qualsiasi natura, post 24.10.2018 non possono essere sanati.

Condono pace fiscale: emendamento al collegato fiscale, le novità

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.