Pace fiscale, rottamazione ter cartelle 2019 è possibile la rateizzazione?

Finalmente è arrivata la bozza del decreto Collegato alla Legge di Bilancio 2019 e tra le tante novità vi è la pace fiscale, una nuova rottamazione ter cartelle 2019 e la definizione agevolata delle liti pendenti.

Vediamo quali sono le novità di questa nuova pace fiscale 2019 e in particolare la rottamazione ter 2019 che cos’è, come funziona, come si presenta la domanda, qual è il modulo da compilare e da inviare eccetera

Matteo Salvini ha dichiarato che la pace fiscale sarà per i debiti fino a 500.000 euro, non sarà una sorta di continuo delle precedenti rottamazioni ma un intervento che riguarda non solo le sanzioni e gli interessi ma anche il capitale.

rottamazione

Rottamazione ter: che cos’è

La rottamazione delle cartelle 2019 è prevista con la prima bozza del decreto fiscale Collegato alla Legge di Bilancio 2019. Questa è una misura che il governo Conte sta mettendo in campo per far sì che gli italiani hanno la possibilità di mettersi in regola con il fisco e allo Stato di recuperare importanti capitali.

La rottamazione del 2019 partita già dal primo gennaio 2019. In pratica la rottamazione delle cartelle consiste nella riapertura dei termini per la definizione agevolata dei ruoli scaduti affidati agli agenti di riscossione dal primo gennaio 2000 al 31 dicembre 2017.  Questo consentirà nel cancellare il debito pagando solo la sanzione e non tutte le altre somme aggiuntive, come interessi di mora e altro.

Matteo Salvini è intervenuto specificando che la pace fiscale 2019 non sarà la prosecuzione delle precedenti rottamazioni perché questa arriverà fino a 500.000 euro di debiti.

Rottamazione ter 2019: Ecco come funziona

Con la bozza del decreto Collegato alla Legge Bilancio 2019 si specifica Come funziona la rottamazione ter 2019. Essa consiste nel mettersi in regola con le cartelle scadute dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017 versando l’importo in un’unica soluzione entro il 31 luglio 2019 o in 10 rate di pari importo. Le somme oggetto di rottamazione del 2019 sono:

  • le somme affidate all’agente di riscossione a titolo di capitale e interessi;
  • le somme maturate dall’agente della riscossione, come rimborso delle spese per la procedure esecutive o di notifica delle cartelle di pagamento
  • le 10 rate da pagare sono in 5 anni in due versamenti all’anno con data fissa il 31 luglio e il 30 novembre, il pagamento inizierà a partire dal 2019;
  • in caso di rateizzazione in 10 rate, il contribuente è tenuto a pagare anche gli interessi di mora calcolati dal primo agosto 2019, calcolati con un tasso pari al 0,3% e non al 4,5% come previsto dalla Legge.

Rottamazione per cartelle 2019: il modulo della domanda e la scadenza di presentazione

La bozza del decreto Collegato alla Legge di Bilancio 2019 include le istruzioni su come e quando presentare la domanda di rottamazione per cartelle 2019. Sarà lo stesso agente riscossione a fornire ai debitori i dati di quali cariche possono essere condonati con la rottamazione delle cartelle ter. Tale comunicazione può avvenire tramite sportello o area riservata sul sito ufficiale dell’agente. La domanda di rottamazione ter è la terza in ordine di tempo e dovrà essere presentata entro il 30 Aprile 2019 con il modulo presente sul sito online dello stesso agente. L’approvazione e la pubblicazione del modulo per la domanda rottamazione cartelle 2019 dovrà avvenire entro 15 giorni dall’entrata in vigore del decreto fiscale.

Nella domanda va segnalate la volontà di ratizzare l’importo dovuto con un massimo di 10 rate, se questo non fosse indicato si dovrà pagare l’intero importo in un’unica soluzione entro il 31 luglio 2019.

Rottamazione ter cartelle: rateizzazione in 10 rate in 5 anni

La rateizzazione rottamazione per cartelle 2019 è prevista con la bozza del decreto fiscale Collegato alla Legge di Bilancio 2019, i contribuenti hanno la possibilità di richiedere la rateizzazione con il modulo di domanda che gli agenti di riscossione renderanno disponibili online o tramite gli sportelli. La rateizzazione delle cartelle rottamate 2019 potrà avvenire con un massimo di 10 rate di pari importo in 5 anni.

Le rate in ciascun anno sono due con scadenza fissa: 31 luglio e 30 novembre, le prime rate dovranno essere pagate già a partire dal 2019.

Pace fiscale: sarà gestita in due tempi, ecco la nuova proposta

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.