Pagamento pensioni estero: modulo di accertamento in vita entro il 13 febbraio 2020

-
29/10/2019

Pagamento pensioni all’estero: modulo di accertamento in vita entro il 13 febbraio 2020, pena il pagamento in contanti presso sportello.

Pagamento pensioni estero: modulo di accertamento in vita entro il 13 febbraio 2020

L’Inps ha pubblicato sul portale la notizia di accertamento dell’esistenza in vita per il pagamento delle pensioni estero. Il tutto viene ripreso da un precedente messaggio Inps del 2 novembre 2018, numero 4077, che  ha confermato le novità relative alle modalità di accertamento dell’esistenza in vita introdotte con il messaggio 30 agosto 2017, numero 3378, con il quale sono descritti i servizi di pagamento affidati a Citibank e le modalità di  frazionamento dei pensionati interessati in base all’area geografica di residenza.

Messaggio Inps per pagamento pensioni all’estero

L’attuale messaggio Inps del 25 ottobre 2019 numero 3884, non fa altro che confermare le istruzioni sull’invio della prova dell’esistenza in vita e informa che Citibank ha avviato il processo di spedizione della lettera esplicativa e del modulo standard di attestazione ai pensionati residenti in Africa, Oceania ed Europa, a esclusione dei Paesi Scandinavi e dei Paesi dell’Est Europa.

La lettera contiene tutte le indicazioni per la compilazione e restituzione del modulo di attestazione dell’esistenza in vita. Ricordiamo che il modulo dovrà avvenire entro il 13 febbraio 2020.

Nel caso in cui l’accertamento non sia stato completato entro questo termine, il pagamento della rata di marzo 2020 sarà localizzato presso gli sportelli Western Union per la riscossione in contanti, che costituirà prova dell’esistenza in vita.


Leggi anche: Bonus Natale 2020, in arrivo un cashback da 150 euro: cos’è, come funziona e come ottenerlo

Vengono specificate, inoltre, determinate categorie di pensionati escluse dall’accertamento generalizzato dell’esistenza in vita.

Per i pensionati residenti in Australia, Canada, Regno Unito e Stati Uniti, l’Istituto ha fornito a Citibank una lista di patronati autorizzati ad accedere al portale predisposto, con il fine di attestare telematicamente l’esistenza in vita.

L’Istituto ricorda, infine, che è attivo il Servizio Clienti della banca a supporto di pensionati, operatori di consolati, delegati e procuratori, per fornire assistenza riguardo alla procedura di attestazione dell’esistenza in vita con le seguenti modalità:

  • visitando la pagina web dedicata;
  • inviando un messaggio di posta elettronica all’indirizzo [email protected];
  • telefonando a uno dei numeri telefonici indicati nella lettera esplicativa.

Pensione all’estero, l’opzione per il rientro

Fonte: Inps