Pensionamenti 2019: anticipata, vecchiaia, ape, quota 41 e assegno sociale, novità e cambiamenti

Pensionamenti 2019, tanti cambiamenti e novità, facciamo un’analisi di cosa cambierà e quali novità sono previste dalle nuove riforme.

Pensioni 2019 cambiano le regole: i 5 mesi in più incidono 

Pensione anticipataL’adeguamento all’aspettativa di vita Istat che dal 1 gennaio 2019 porterà ad un aumento di 5 mesi sui requisiti per accedere alla pensione porterà delle modifiche radicali  poichè le conseguenze si ripercuoteranno anche sugli strumenti studiati per uscire prima dal mondo del lavoro.

I 5 mesi di aumento dell’età pensionabile sono dovuto all’adeguamento alla speranza di vita voluto dalla legge Fornero e quindi dal 1 gennaio 2019 occorreranno 5 mesi in più per accedere alla pensione.

Pensione di vecchiaia, ecco cosa cambia

Per la pensione di vecchiaia saranno necessari 67 anni, per la pensione anticipata 43 anni e 3 mesi di contributi per gli uomini e 42 anni e 3 mesi di contributi per le donne. 

Riflessi anche sull’assegno sociale

I riflessi di avranno sull’assegno sociale, per il quale si dovranno raggiungere i 67 anni, sulla quota 41 per la quale saranno necessari 41 anni e 5 mesi di contributi.

L’Ape Sociale subisce l’impatto

Anche sull’Ape subirà l’impatto di 5 mesi in più, ricordiamo che  viene concessa quando mancano 3 anni e 7 mesi alla pensione di vecchiaia.

Pensione anticipata

Per la pensione anticipata contributiva occorreranno 20 anni di contributi e 64 anni mentre per la pensione di vecchiaia contributiva 5 anni di contributi unitamente a 71 anni di età .

Pensione anticipata: vecchiaia e a quote cosa cambia nel 2019

L’INPS con la circolare n. 62 del 04 aprile 2018, illustra i nuovi requisiti di accesso alla pensione di vecchiaia e anticipata e pensione di anzianità con il sistema delle cosiddette quote, adeguati agli incrementi della speranza di vita. Analizziamo in breve i cambiamenti che andranno in vigore dal 1° gennaio 2019 per effetto della speranza di vita, che subiranno un incremento di cinque mesi e i valori di somma di età anagrafica e di anzianità contributiva di 0,4 unità.

Leggi la notizia completa qui: Pensione anticipata, vecchiaia e a quote, dal 2019 cambiano i requisiti, tutte le novità

Pensione Quota 100, Quota 41, Opzione donna e proroga Opzione donna, i primi dettagli sulla Riforma pensioni

Il nuovo governo Lega-M5S sta lavorando sulla nuova riforma pensionistica, divisa in due step: Dal 1° gennaio 2019 l’ingresso della Quota 100, mentre la tanto attesa Quota 41 senza vincoli con solo 41 anni di contributi, avrà tempi più lunghi. Queste sono solo indiscrezioni, per avere certezze su come la misura pensionistica verrà attuata, bisogna attendere i provvedimenti normativi.

Le indiscrezioni arrivano direttamente dalle  dichiarazioni di Salvini e Di Maio, che confermano l’intenzione di inserire la quota 100 in Legge di Bilancio. Se così fosse sarà possibile utilizzarla già dal primo gennaio 2019.

Leggi la notizia completa qui: Pensione Quota 100 e Quota 41, i primi dettagli sulla Riforma pensioni, ecco cosa prevede

Pensionamenti 2019: anticipata, vecchiaia, ape, quota 41 e assegno sociale, novità e cambiamenti ultima modifica: 2018-06-30T09:41:03+00:00 da Redazione NotizieOra

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.