Pensionamento con la rendita, alcuni esempi di calcolo per capire se conviene

-
24/03/2020

Pensionamento con la rendita 5 o 10 anni prima dell’età di vecchiaia: ecco alcuni esempi di calcolo per controllare la convenienza.

Pensionamento con la rendita, alcuni esempi di calcolo per capire se conviene

Ci arrivano molte richieste sul pensionamento anticipato con la Rendita Integrativa Temporanea Anticipata, abbiamo più volte spiegato che questa misura non è per tutti. Per accedere a questa misura bisogna aver maturato un capitale in un fondo previdenziale complementare. Verifichiamo la fattibilità in base ai dati inviati da un nostro lettore.

Pensionamento con la RITA

Buongiorno, vorrei sapere se conviene la RITA.

Nato 11/5/1966 lavoro dal 1/10/1983. Allego estratto. Presa aspettativa non retribuita per motivi familiari. Dal 15/7/2018 scadenza 15/7/2020.Uscendo dal lavoro in maniera volontaria ha diritto alla disoccupazione? Ho una forma assicurativa di €32000 POSTE FUTURO CERTO2011 concorre nel sistema pensionistico? Se no e la converto in pensione per RITA da ora Con 2 anni inoccupato posso accedere a RITA TRA 5 anni? Mi conviene?

Distinti saluti 

Rendita Integrativa Temporanea Anticipata: risposta 

La Rendita integrativa temporanea anticipata accompagna il lavoratore fino alla maturazione dei requisiti richiesti per la pensione di vecchiaia. Quindi, indipendentemente se lei copre o non copre i contributivi per l’aspettativa di due anni, si basa sul capitale accumulato nel fondo pensione.

Mi sembra che il fondo Postafuturo Certo preveda la possibilità della RITA, ma è bene chiedere informazione a Poste Italiane.

Se lei si licenzia (uscita volontaria) non ha diritto all’indennità Naspi, è riconosciuta solo ai lavoratori che perdono involontariamente il lavoro o nel caso di licenziamento per giusta causa.

La Rendita permette di anticipare il pensionamento in base al capitale accumulato di 5 anni o al massimo 10 per i lavoratori inoccupati da almeno due anni.

Per approfondire questa misura consiglio di leggere la mia guida: Pensionamento con la RITA: requisiti, aspetto fiscale e convenienza, guida completa

Esempi di calcolo

Io non posso fare nessun calcolo preciso, posso solo ipotizzare un calcolo generale. Per sapere effettivamente la sua rendita con la RITA e successivamente la pensione di vecchiaia, deve rivolgersi al fondo di appartenenza.

La domanda non dev’essere inoltrata al fondo con appositi moduli stabiliti dai fondi previdenziali complementari.

Facciamo l’ipotesi che lei si trovi a chiedere il pensionamento con la RITA a distanza di 10 anni dall’età richiesta per la pensione di vecchiaia (67 anni) e ha accumulato un capitale nel fondo di 32.000 euro e convertendo il 100% del montante nella RITA, risulta:

  • Importo annuale lordo RITA: euro 3.200
  • Rata trimestrale lorda RITA: euro 800

Come più spesso ho spiegato questa misura è conveniente quanto il montante accumulato è alto e comunque 10 anni in anticipo sono tanti, è più conveniente se gli anni distanti sono di meno.

Ad esempio, pensionamento con 5 anni di distanza dall’età pensionabile e sempre 32.000 di capitale maturato nel fondo di 32.000 euro e convertendo il 100% del montante nella RITA, risulta:

  • Importo annuale lordo RITA: euro 6.400
  • Rata trimestrale lorda RITA: euro 1.600