Pensionamento del personale scuola 2018: l’INPS comunica predisposizione delle posizioni assicurative

-
22/01/2018

Importanti novità per il prepensionamento del personale della scuola 2018, l’INPS pubblica una circolare sulle indicazioni operative per la predisposizione delle posizioni assicurative propedeutiche.

Pensionamento del personale scuola 2018: l’INPS comunica predisposizione delle posizioni assicurative

Pensionamento del personale scuola 2018: l’INPS pubblica la circolare n. 4 del 17 gennaio 2018, che contiene le indicazioni operative per la predisposizione delle posizioni assicurative propedeutiche per il personale del comparto scuola per l’anno 2018. Tale disposizione si sono rese necessarie a seguito dell’entrata in vigore del decreto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca 23 novembre 2017, n. 919  relativo alle cessazioni dal servizio del personale scolastico dal 1° settembre 2018.

Messaggio Inps inerente il pensionamento del personale scuola 2018

Con circolare INPS 11 gennaio 2017, n. 5 l’Istituto ha stabilito l’adozione, a partire dal 1° gennaio 2017, di una nuova modalità di definizione delle prestazioni basata sui dati presenti sul conto individuale assicurativo dell’iscritto e sulla base degli stessi dati lestrutture territoriali INPS effettueranno l’accertamento del diritto al trattamento pensionistico.

La circolare in oggetto fornisce disposizioni in ordine a:

  • sistemazione posizioni assicurative e accertamento del diritto a pensione;
  • maggiorazioni di servizio;
  • servizio militare;
  • provvedimenti “ante subentro” emanati a ridosso del pensionamento;
  • periodi pre-ruolo (dal 1 gennaio 1988).

Con successivo messaggio saranno diramate ulteriori istruzioni per gli operatori INPS. Il MIUR fornirà, inoltre, agli ATP/scuole le indicazioni operative sull’utilizzo delle funzioni informatiche SIDI per la gestione delle informazioni utili all’INPS ai fini del trattamento pensionistico.


Leggi anche: Pensioni, la ricerca Schroders: ecco perché gli italiani sono i più preoccupati d’Europa

Circolare INPS n. 4 del 17 gennaio 2018