Pensionamento di vecchiaia, anticipato e con opzione donna

-
17/02/2020

Vediamo come accedere e come presentare domanda a pensione di vecchiaia, anticipata e con opzione donna.

Pensionamento di vecchiaia, anticipato e con opzione donna

Come sapere quando spetta il pensionamento di vecchiaia, anticipato, con opzione donna? Come sapere quando è ora di presentare domanda di pensione o quali sono le alternativa sulle quali è possibile contare? Cerchiamo di scoprirlo rispondendo a diverse domande che i nostri lettori ci hanno posto per chiarire la loro situazione.

Pensionamento, quando?

Alcuni nostri lettori ci hanno scritto per chiedere:

  1. Sono nato il 24 marzo 1953 quando andrò in pensione?
  2. Buongiorno  mi chiamo Carlo ho 50 anni è lavoro dal 1984 all’età  di 15 anni.A oggi ho 36 anni  di contributi….in teoria  quando potrò  andare in pensione? Grazie
  3. Buongiorno
    Ho 38 anni di anzianità a tutt’oggi e compio 58 anni questo mese.
    Sono una dipendente pubblica, posso fare domanda nel 2020 di pensione anticipata con opzione donna per poter andare sicuramente in pensione nel 2021 , dopo la finestra di 12 mesi a partire da marzo quindi, per effetto della cristallizzazione? Ho letto pareri discordanti.
    Grazie

Per rispondere ai nostri lettori:

1)Compirà i 67 anni necessari per accedere alla pensione di vecchiaia il prossimo 24 marzo. Se ha versato almeno 20 anni di contributi può presentare fin da subito domanda di pensione con decorrenza 1 aprile 2020. Mi raccomando la pensione non arriva in automatico ma deve presentare esplicita richiesta. Lo faccia quanto prima poichè i tempi burocratici per l’accettazione della domanda a volte possono essere anche lunghi e rischia di vedere slittare il pagamento del primo assegno pensionistico dopo la data di decorrenza.

2) Rientrando nella categoria precoci e avendo versato almeno 12 mesi di contributi prima di compiere i 19 anni potrebbe aver diritto, alla maturazione dei 41 anni di contributi, alla pensione con la quota 41. Dico potrebbe poichè per accedere a questo tipo di pensionamento è necessario anche appartenere ad uno dei profili tutelati che sono: disoccupati, caregiver, invalidi, gravosi e usuranti. Se non rientra in questi profili per il pensionamento dovrà attendere di maturare i 42 anni e 10 mesi di contributi necessari, per gli uomini, per accedere alla pensione anticipata ordinaria.


Leggi anche: Reddito di cittadinanza, pagamento dal 27 luglio 2021: al via la nuova carta RdC maggiorenni

3) Purtroppo con la proroga introdotta dalla legge di stabilità  2020 possono accedere al pensionamento con opzione donna soltanto le lavoratrici che hanno raggiunto i requisiti richiesti (35 anni di contributi e 58 anni di età per le dipendenti e 59 anni di età per le autonome) entro il 31 dicembre 2019. Compiendo i 58 anni nel 2020 è tagliata fuori dalla possibilità di poter accedere al pensionamento con l’opzione donna e dovrà attendere o un’altra eventuale proroga della misura che estenda la possibilità di raggiungere i requisiti entro il 2020, o attendere di maturare i requisiti di accesso per pensionarsi con un’altra misura.