Pensione a 52 e 60 anni, vediamo le possibilità di uscita

-
19/02/2020

Quali possibilità di pensionamento per persone che hanno 52 e 60 anni? Indaghiamo sulle strade percorribili.

Pensione a 52 e 60 anni, vediamo le possibilità di uscita

Per accedere al pensionamento prima dei 67 anni è necessario essere in possesso dei requisiti necessari per poterne usufruire. Le pensioni che permetto l’uscita anticipata sono molteplici ma non tutti possono accedervi o a causa della mancanza del requisito contributivo o di quello anagrafico. Rispondendo ai quesiti dei nostri lettori cercheremo di illustrare quali metodi permettono il pensionamento anticipato.

Pensionamento a 52 e 60 anni

Due nostri lettori ci scrivono:

  1. Buongiorno avrei una domanda sulla pensione ho cominciato nel 1984 a 16 anni sono nato nel 1968 avendo fatto la simulazione Inps mi mandano in pensione nel 2027 a 59 anni è possibile? Non penso di rientrare nella quota 41 ho fatto operaio metalmeccanico e attualmente sono operaio magazziniere Grazie cordiali saluti 
  2. Buongiorno, vi seguo costantemente, ho 60 anni di età il prossimo 18 febbraio, 31 anni di contributi versati, un’invalidità all’80%, lavoro ancora part time e percepisco un assegno di invalidità mensile dal 2016.
    Potrei andare già in pensione o no?!
    Cordialmente saluto

In risposta ai nostri lettori:

1) Con 52 anni di età e con 36 anni di contributi, purtroppo, al momento non può accedere a nessun tipo di pensionamento. Per rientrare nella quota 41, avendo già il possesso della categoria precoce, se non è caregiver, invalido o disoccupato, deve appartenere alle mansioni gravose o usuranti.

Rientrano nelle mansioni gravose gli  addetti spostamento merci e/o facchini, se nella sua qualifica di magazziniere rientra in questa categoria di lavoratori potrebbe accedere alla quota 41 (dovrebbe verificare dal suo inquadramento professionale anche facendosi assistere da un CAF o da un professionista abilitato). Se svolge la mansione gravosa da almeno 6 anni nei 7 anni che precedono il pensionamento potrebbe accedere alla pensione con 41 anni, fra 5 anni (a 57 anni, quindi). In caso contrario dovrà attendere di maturare i 42 anni e 10 mesi di contributi e, come dice l’INPS, accedere al pensionamento a 59 anni.


Leggi anche: Pensioni, la ricerca Schroders: ecco perché gli italiani sono i più preoccupati d’Europa

2) Se ha un’invalidità all’80% può accedere fin da subito alla pensione di vecchiaia anticipata per i lavoratori invalidi a patto che lavori nel settore privato (i dipendenti del pubblico impiego sono esclusi dalla misura in questione). Avendo già compiuto i 56 anni richiesti per l’accesso alle donne potrebbe presentare domanda di pensione fin da subito sottoponendosi a visita medica presso commissione INPS per farsi certificare invalidità pensionabile (stesso iter per il riconoscimento dell’invalidità civile).