Pensione a 54 e 58 anni: ci sono misure ma non per tutti

-
09/03/2020

Esistono delle possibilità di pensionamento prima del compimento dei 60 anni ma è bene sottolineare che non sono aperte a tutti e che richiedono precisi requisiti.

Pensione a 54  e 58 anni: ci sono misure ma non per tutti

Gli italiani hanno fretta di andare in pensione ma è bene sottolineare che per chi ha solo 20 anni di contributi la prima uscita disponibile è al compimento dei 64 anni con la pensione anticipata contributiva, tale misura, però, è accessibile solo a chi può optare per il computo in gestione separata o ha iniziato a versare i contributi dal 1996 in poi.

Pensioni prima dei 67 anni

La pensione con 58 anni, inoltre, è riservata alle donne lavoratrici che scelgono l’opzione donna con almeno 35 anni di contributi. La pensione a 57, invece, è riservata alle donna con invalidità di almeno l’80% (per gli uomini con la stessa invalidità sono necessari almeno 61 anni). Come è possibile notare, quindi, accedere al pensionamento ad età così giocane non è possibile a meno che non si abbiano almeno 41 anni e 10 mesi di contributi maturati per le donne e 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini.

Cerchiamo di rispondere alle domande dei nostri lettori:

  • Volevo sapere se è possibile andare in pensione come avete scritto con 58 anni di età con 37 di contributi ?

Essendo lei uomo grosse possibilità  di pensionamento a 58 anni non ne ha. Come abbiamo indicato sopra possono accedere alla pensione con opzione donna le donne che hanno compiuto i 58 anni entro il 31 dicembre 2019 e alla stessa data hanno maturato almeno 35 anni di contributi. Nel suo caso il pensionamento più rapido appare quello con la pensione anticipata ordinaria che richiede, per gli uomini, almeno 42 anni e 10 mesi di contributi. Potrà quindi accedere al pensionamento al compimento dei 64 anni.

  • Salve ho 20 anni di contributi ho 54 anni posso andare in pensione

Come abbiamo anticipato in apertura per poter accedere alla pensione con soli 20 anni di contributi le possibilità sono davvero poche:


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

  1. con la pensione di vecchiaia al compimento dei 67 anni di età, visto che la misura richiede un minimo di 20 anni di contributi
  2. con la pensione anticipata contributiva al compimento dei 64 anni di età ma solo se i contributi in suo possesso sono stati versati tutti dopo il 1996 (o nel caso possa optare per il computo nella gestione separata)
  3. al compimento dei 57 anni se risulta disoccupata da almeno 24 mesi ed è titolare di un fondo previdenziale complementare, grazie alla RITA (se invece è ancora in servizio sempre con le stesse condizioni ma al compimento dei 62 anni)
  4. se ha un’invalidità pari almeno all’80% con 20 anni di contributi al compimento dei 57 anni di età

Altre possibilità per accedere alla pensione con soltanto 20 anni di contributi non ne esistono.

Pensione a qualsiasi età

Indipendentemente dall’età esistono soltanto 2 misure che permettono il pensionamento ma richiedono:

  • 41 anni di contributi la quota 41 che, però, è riservata a coloro che hanno versato almeno 12 mesi di contributi prima del compimento dei 19 anni di età
  • 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne, 42 anni e 10 mesi per gli uomini, con la pensione anticipata tradizionale.