Pensione a 57 anni: opzione donna o quota 100? Ecco le possibilità

-
14/10/2018

Quali possibilità di pensionamento per una donna con 57 anni di età? Vediamo le alternative.

Pensione a 57 anni: opzione donna o quota 100? Ecco le possibilità

Buonasera, sono una insegnante di 57 anni ( ne compiro’58 a gennaio prossimo) ho 33 anni di servizio di ruolo, 3 di università  ( Isef) e 2anni 5 mesi e 3 gg di Pre ruolo. In attesa delle possibili modifiche alla legge Fornero ed all’emendamento Rizzetto, quali possibilità  ho in merito alla pensione ?

 

Se dovesse essere approvata la proroga del regime sperimentale opzione donna potrebbe accedere alla pensione fin da subito poichè in possesso dei requisiti richiesti. Se l’opzione donna, invece, non dovesse vedere la sua proroga neanche con questa Legge di Bilancio, le alternative che le restano le impongono, in ogni caso di attendere qualche anno.

Tra contributi effettivi, riscatto laurea e preruolo è in possesso di 38 anni 5 mesi e 3 giorni di contributi (che ovviamente cambiano di giorno in giorno). Con soli 57 anni, però non può accedere alla nuova quota 100 che richiede, oltre ai 38 anni di contributi in suo possesso, almeno 62 anni di età. Per raggiungere il requisito anagrafico dovrebbe attendere 4 anni e 3 mesi (gennaio 2023).

In 4 anni, però lei maturerà altri 4 anni di contributi che le permetterebbero il pensionamento anticipata con 42 anni e 3 mesi di contributi (nella migliore delle ipotesi, se il governo dovesse bloccare l’aumento dell’età pensionabile per il 2019, con 41 anni e 10 mesi di contributi).

Quindi, in pratica, lei raggiungerà prima la pensione anticipata tradizionale che la quota 100.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]