Pensione a 57 anni: quando è possibile come lavoratore precoce?

-
30/03/2020

Pensionarsi a 57 anni non è un’utopia: vediamo in quali casi è possibile per i lavoratori precoci.

Pensione a 57 anni: quando è possibile come lavoratore precoce?

Per chi ha iniziato a lavorare in giovane età c’è la possibilità di un pensionamento anticipato con soli 41 anni di contributi indipendentemente dall’età. Il beneficio, però, è concesso solo se si possiedono determinati requisiti e si appartiene a determinate categorie di lavoratori. Facciamo chiarezza nel caso di un nostro lettore.

Pensione a 57 anni

Un nostro lettore ci chiede:

Buongiorno, ho letto le vostre dichiarazioni vorrei sapere se ce un modo per poter andare in pensione ho quasi 41 anni di contributi versati e o 57 anni ce la possibilità di andare in pensione? Grazie e buona giornata.

Per chi rientra nella categoria dei lavoratori precoci vi è la possibilità di accedere al prepensionamento con la quota 41. Per poter accedere a questa misura sono necessari, innanzitutto, almeno 41 anni di contributi e che almeno 12 mesi di questi contributi siano stati versati prima del compimento dei 19 anni di età.

Ma non basta soddisfare questi requisiti per poter accedere alla quota 41. Il lavoratore precoce con almeno 41 anni di contributi versati deve trovarsi in una delle seguenti condizioni:

• essere disoccupato a seguito di licenziamento (scadenza del contratto a termine non basta) e di avere terminato la fruizione dell’intera indennità di disoccupazione spettante da almeno 3 mesi;

• possedere un’invalidità civile certificata pari o superiore al 74%;

• prendersi cura, da almeno 6 mesi, di un familiare convivente con grave invalidità in base alla legge 104, articolo 3, comma 3;

• appartenere alle categorie di lavoratori individuate come gravose;

• essere un lavoratore usurante.

Nel suo caso, quindi, pur essendo certa che appartiene alla categoria dei precoci, non so se si trova in una delle condizioni di tutela che permettono l’accesso alla quota 41. Se si riconosce in uno dei profili sopra elencati al raggiungimento dei 41 anni di contributi può fare richiesta della pensione con la quota 41.

Se non vi rientra, in ogni caso, potrà accedere al pensionamento anticipato indipendentemente dall’età al raggiungimento dei 42 anni e 10 mesi di contributi, requisito richiesto agli uomii per poter accedere alla pensione anticipata ordinaria.

Per approfondire è possibile leggere: Pensione usurante: non solo quota 41, ma anche quota 97,6