Pensione a 58 anni: le strade percorribili per lasciare il lavoro subito

-
31/03/2020

Quali possibilità di pensionamento ci sono per una donna che ha maturato 41 anni di contributi ed ha 58 anni di età?

Pensione a 58 anni: le strade percorribili per lasciare il lavoro subito

Quando si è in possesso di un buon numero di anni di contributi versati le possibilità di pensionamento anticipato possono essere molteplici e la scelta su quale sia più conveniente ricade sul lavoratore stesso. Per le donne, poi, c’è una misura in più per lasciare in lavoro in tempi abbastanza brevi ed è rappresentata dall’opzione donna che, però, non sempre è conveniente.Cerchiamoa di vedere la situazione della nostra lettrice.

Pensione a 58 anni

Una nostra lettrice ci scrive:

Buongiorno, sono una donna di 58 anni che il 31 maggio 2020 compirà 41 anni di contributi sono una lavoratrice precoce avendo iniziato a lavorare a 17 anni …. quando potrò andare in pensione?
Grazie

Le possibilità di un pensionamento abbastanza veloce o, addirittura immediato, per lei sono 3: opzione donna, quota 41 e pensione anticipata ordinaria. Vediamo i requisiti e i pro e i contro di ogni misura.

Se dovesse aver compiuto i 58 anni prima del 31 dicembre 2019 potrebbe accedere, avendo 41 anni di contributi, anche all’opzione donna ma glielo sconsiglio vivamente poichè la misura comporta un ricalcolo interamente contributivo dell’assegno pensionistico che in taluni casi porta ad un taglio (permanente) della pensione fino al 30%. Lei è abbastanza vicina ad altri pensionamenti e fossi in lei non accetterei la penalizzazione.


Leggi anche: Bonus ristorazione (Mipaaf) Covid e fondo per la filiera: arriva la proroga al 15/12, ecco le istruzioni con i codici Ateco

Se rientra in uno dei profili tutelati (disoccupato, invalido, caregiver, gravoso o usurante) potrebbe, essendo una lavoratrice precoce, accedere alla pensione con la quota 41 già dal 1 giugno. Se, invece, non rientra nella quota 41, l’alternativa è attendere di compiere i 41 anni e 10 mesi di contributi per accedere alla pensione anticipata ordinaria (che le ricordo non prevede penalizzazioni di sorta sull’assegno pensionistico) e che per gli uomini richiede un anno in più di contribuzione versata. 

In pratica, quindi, al massimo nell’estate del 2021 potrà accedere al pensionamento a 59 anni di età. A lei, ora,  valutare con quale misura può o le conviene accedere alla quiescenza.