Pensione a 60, 62 e 63 anni, quale prospettive

-
01/03/2020

Non sempre l’accesso alla pensione anticipata è possibile, vediamo gli impedimenti e i requisiti necessari.

Pensione a 60, 62 e 63 anni, quale prospettive

Il pensionamento anticipato non sempre è possibile. Per accedere alla pensione, infatti, servono 67 anni ed almeno 20 anni di contributi. Per chi è in possesso dei requisiti richiesti dalle misure previdenziali, invece, vi è la possibilità di accedere al pensionamento con un certo anticipo rispetto ai 67 anni. Ma come anticipato, non sempre è possibile.

Pensione anticipata

Alcuni nostri lettori ci scrivono:

  1. Io che ho maturato  a tutt’oggi 32 anni lavorativi ed ho 63 anni compiuti (ad ottobre 64) che possibilità ho di andare in pensione prima senza rimetterci troppo. Grazie
  2. Mia moglie ha 62 anni ,a fine dicembre 1995 ha maturato 889 settimane di versamento. Al 31/12/1992 ha versato 842 settimane . Avrà diritto alla pensione e quando? Ringraziando con i miei più cordiali saluti
  3. Salve….sono una donna di 60 anni con 27 anni di contributi..invalida al 60% in fase di aggravamento…licenziata da amministrazione statale….posso avere la pensione..?Grazie

Procediamo a dare risposta agli interrogativi dei nostri lettori.

1)Se rientra in una delle categorie tutelate (disoccupato, caregiver, invalido, usurante o gravoso) può accedere, fin da subito al pensionamento con l’Ape sociale che richiede almeno 63 anni di età ed almeno 30 anni di contributi a disoccupati, caregiver e invalidi ed almeno 36 anni di contributi a usuranti e gravosi. Se non rientra nelle categorie che possono accedere alla misura, purtroppo, l’unica alternativa di pensionamento è quella di attendere il compimento dei 67 anni per la pensione di vecchiaia.

2) Purtroppo sua moglie, ad oggi, non ha i requisiti neanche per accedere alla pensione di vecchiaia al compimento dei 67 anni per la quale sono necessari almeno 20 anni di contributi maturati. Purtroppo sua moglie non rientra nella deroga Amato per il pensionamento con 15 anni di contributi poichè in quel caso i contributi devono essere stati versati TUTTI prima del 31 dicembre 1992. Aver versato i contributi fino al 1995, quindi, le preclude la possibilità di pensionamento con 15 anni di contributi. Per poter ricevere una pensione al compimento dei 67 anni, quindi, deve procedere a versare almeno altri 2 anni e qualche settimana di contributi altrimenti si troverà senza poter accedere alla pensione di vecchiaia.


Leggi anche: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari

3) Purtroppo possibilità di pensionamento per lei non ce ne sono molte. Unica possibilità che può avere nell’immediato è  con la RITA ma solo e è disoccupata da almeno 24 mesi. Per maggiori approfondimenti la invito a leggere: Pensionamento con la RITA: requisiti, aspetto fiscale e convenienza, guida completa