Pensione a 60 anni di età: quale domanda si può presentare?

-
09/03/2020

Pensione di vecchiaia anticipata per lavoratori invalidi a 61 o 56 anni con soli 20 anni di contributi ma solo per dipendenti del settore privato.

Pensione a 60 anni di età: quale domanda si può presentare?

Per i lavoratori con invalidità pari o superiore all’80% è possibile accedere al pensionamento con 6 o 11 anni di anticipo rispetto alla pensione di vecchia, se in possesso di almeno 20 anni di contributi. La misura prevede una finestra di attesa di 12 mesi dal raggiungimento dei requisiti richiesti. Facciamo chiarezza.

Pensione a 60 anni

Una nostra lettrice, illustrandoci la situazione del marito ci chiede:

Mio marito ha appena compiuto 60 anni(a gennaio) ha 37 anni di contributi….. Ma purtroppo è uscito dal lavoro nel 2012 per vari motivi burocratici….. Ora ha il 100%di invalidità, e gli danno un minimo indennizzo da 280euro…..posso fare qualche domanda di pensione?

La pensione di vecchiaia anticipata per lavoratori invalidi permette di accedere al pensionamento con un sostanzioso anticipo rispetto alla pensione di vecchiaia ma bisogna rispettare due requisiti fondamentali: è necessario avere un’invalidità pensionabile certificata di almeno l’80% e bisogna essere dipendenti del settore privato (per chi ha versato i suoi contributi come dipendente pubblico, infatti, non è possibile accedere alla misura poichè i dipendenti pubblici sono ex-Inpdap e per loro non è previsto tale pensionamento).

La pensione di vecchiaia anticipata richiede il possesso dei seguenti requisiti:

  • almeno 20 anni di contribuzione maturata nel settore privato
  • almeno 56 anni di età per le donne
  • almeno 61 anni di età per gli uomini
  • almeno l’80% di invalidità pensionabile

E’ bene sottolineare, però, che la decorrenza della pensione scatta solo dopo 12 mesi dal momento che si è raggiunto sia il requisito contributivo che quello anagrafico.

Suo marito, quindi, se non appartiene al settore privato, può accedere a questa misura per il pensionamento ma potrà farlo solo dopo il compimento dei 61 anni di età e la decorrenza del primo pagamento delle pensione avverrà soltanto dopo 12 mesi (al compimento dei 62 anni di età).

Per la certificazione dell’invalidità pensionabile, poi, è necessario rifare la trafila burocratica che avete percorso per il riconoscimento dell’invalidità civile.


Leggi anche: Bonus ristorazione (Mipaaf) Covid e fondo per la filiera: arriva la proroga al 15/12, ecco le istruzioni con i codici Ateco