Pensione a 60 con 30 anni di contributi è legge?

-
23/01/2020

La legge che permetterebbe di andare in pensione a 60 anni con soli 30 anni di contributi attualmente è soltanto una ipotesi.

Pensione a 60 con 30 anni di contributi è legge?

Nell’immensa giungla burocratica della pensioni non sempre è facile capire cosa è già legge cosa, invece, è soltanto una proposta. Per aiutare i nostri lettori a capire e a fugare dubbi e perplessità offriamo, come sempre, la nostra consulenza con lo scopo di comprendere la burocrazia previdenziale italiana. Vediamo il caso della nostra lettrice.

Pensione con 60 anni e 30  anni di contributi

Una nostra lettrice ci scrive:

Buongiorno, vorrei sapere se la Naspi è calcolata per l’opzione donna.

Poi vorrei sapere se la legge è in vigore per i 60 anni di età e 30 di contributi.

Vorrei sapere cosa significa sconto maternità di un anno per ogni figlio se è legge.

La sottoscritta chiede queste informazioni perché non si capisce se sono leggi effettive o è solo una ipotesi di legge , dato che forse è ora che queste leggi siano affrontate con serietà perché il lavoro scarseggia e poi per assunzioni a tempo indeterminato è difficile ma ti assumono con proroghe infinite e sinceramente non si può andare avanti fino a 67 anni senza lavoro e senza stipendio e lavoro precario

Grazie per la Vostra disponibilità

Per accedere all’opzione donna sono necessari 35 anni di contributi considerati senza calcolare la malattia e la disoccupazione indennizzata. Di conseguenza, quindi, se la disoccupazione deve essere considerata all’interno dei 35 anni per accedere all’opzione donna, no, non può essere calcolata.

La pensione con 60 anni di età e 30 anni di contributi, al momento è soltanto una delle tante ipotesi al vaglio per una possibile riforma pensionistica che porti al superamento della legge Fornero. Nella normativa vigente, infatti, non esiste alcuna misura che permetta il pensionamento con soltanto 60 anni di età unitamente a 30 anni di contributi.

Per quanto riguarda lo sconto contributivo per le lavoratrici madri era stato previsto dall’Ape Rosa (misura prevista in sostituzione dell’opzione donna) che prevede per le donne con 63 anni che accedono al pensionamento all’ape sociale lo sconto contributivo di 1 anno se in presenza di 1 figlio, di 2 anni se in presenza di 2 o più figli. Al momento, quindi, non c’è alcuna legge che consente uno sconto contributivo per le donne lavoratrici.


Leggi anche: Casa in donazione, dopo quanti anni si può vendere?