Pensione a 67 anni: con 10 anni di contributi che alternativa all’assegno sociale?

-
17/10/2019

Quale potrebbe essere l’alternativa all’assegno sociale per chi non possiede i 20 anni di contributi necessari per accedere alla pensione di vecchiaia a 67 anni?

Pensione a 67 anni: con 10 anni di contributi che alternativa all’assegno sociale?

In Italia per poter accedere alla pensione di vecchiaia sono necessari 67 anni ed almeno 20 anni di contributi. L’alternativa, per chi non riesce ad accedervi, è l’assegno sociale, una prestazione assistenziale erogata dallo stato dopo il compimento dei 67 ma soltanto ai cittadini che versano in condizioni di disagio economico e restano con i redditi sotto i limiti stabiliti dalla legge annualmente.

Pensione sociale o che alternativa?

Un nostro lettore ci scrive:

Io ho + o – 10 anni di contributi ho 57 anni avro’ diritto solo la pensione sociale ? E a che eta’ ?

L’assegno sociale viene corrisposto a chi, in difficoltà economica, non ha i requisiti di accesso alla pensione di vecchiaia. Per percepire l’assegno sociale in forma intera i cittadini non coniugati non devono possedere redditi propri, quelli coniugati, invece, devono restare con la somma dei propri redditi e quelli del coniuge, al di sotto della soglia annualmente stabilita dalla legge.

In ogni caso, l’assegno sociale può essere richiesto al compimento dei 67 anni. Se possiede redditi, seppur minimi, rischia, quindi, di non vedersi riconoscere l’assegno sociale e mancandole alla pensione di vecchiaia ancora 10 anni, forse potrebbe versare i contributi mancanti per il raggiungimento dei 20 anni di contributi facendosi autorizzare al versamento dei contributi volontari.


Leggi anche: Smart working per statali: ipotesi anche dall’estero

In alternativa,  se ha iniziato a lavorare dopo il 31 dicembre 1995 e non ha nessun contributo versato prima di tale data, al compimento dei 71 anni potrebbe accedere alla pensione di vecchiaia contributiva che richiede come requisiti:

71 anni di età

almeno 5 anni di contributi versati

che nessun contributo sia stato versato prima del 1 gennaio 1996

Se rientra in questi requisiti, quindi, potrebbe accedere alla pensione di vecchiaia al compimento dei 71 (A cui aggiungere eventuale aumento dell’età pensionabile per adeguamento ad aspettativa di vita Istat).