Pensione anticipata a 52, 61, 64 e 66 anni: le possibilità per la quiescenza

-
11/03/2020

Vediamo le possibilità di uscita con determinati requisiti: quale misura previdenziale si può usare per il pensionamento?

Pensione anticipata a 52, 61, 64 e 66 anni: le possibilità per la quiescenza

Come  sempre moltissimi lettori ci scrivono alla ricerca di una possibilità di pensionamento o per conoscere quali sono le misure previdenziali utilizzabili con i requisiti in loro possesso. Rispondiamo, di seguito, ad una serie di domande che possono essere utili per gran parte delle persone che ci leggono su pensione anticipata e possibilità di quiescenza.

Pensione anticipata

  • Gentili Signori,
    in riferimento al vostro annuncio su pagina  Facebook,
    Vi chiedo questa informazione:
    mia moglie ha lavorato per 28  anni,versando regolarmente tutti i contributi,
    cessando di lavorare nel 1998.
    Mi sono informato tramite Caf,che ha diritto alla pensione pero’ non si sa quando.
    Mia moglie ha 61 anni, da quando potra’usufruirne ?

Purtroppo con i requisiti di sua moglie il pensionamento può avvenire solo con la misura di vecchiaia al compimento dei 67 anni di età.

  •  Buongiorno io ho 64 anni è 29 anni di contributi quando posso è come andare in pensione?? Grazie mille della risposta 

Anche nel suo caso grandi possibilità di accedere alla pensione anticipata non ve ne sono. A meno che non sia titolare di un fondo previdenziale complementare che le permetta l’accesso alla RITA; infatti, l’unica possibilità di pensionamento è al  compimento dei 67 anni con la misura di vecchiaia.

  • Buongiorno gentilmente vorrei sapere se posso andare in pensione, ho 66anni e 33di contributi. L ultima richiesta mi hanno detto che devo attendere o 67 e 3mesi.grazie per la risposta.

A meno che non rientra nella possibilità di pensionamento con l’Ape sociale (solo se è disoccupato, invalido e caregiver) dovrà attendere il compimento dei 67 anni per accedere alla pensione. Mi raccomando di presentare domanda di pensione almeno 3 o 4 mesi prima del compimento dei 67 anni per avere la decorrenza della stessa a partire dal primo giorno del mese successivo a quello del compimento dei 67 anni.

  • Salve leggendo l’articolo su FB vorrei porvi una domanda, io ho 36 anni di contributi e 52 anni di età ho un contratto a tempo indeterminato nel settore TAC  in pratica sono un operaio calzaturiero, mi si dice sempre che almeno devo fare 41 anni di contributi perché sono considerato un pensionato precoce visto che prima dei 18 anni avevo già versato 12 mesi di contributi, volendo con quanto spiegato nell’articolo io avrei qualche possibilità o vale il discorso che tutti mi dicono quello dei 41?

A 52 anni le uniche possibilità di uscita sono rappresentate dalla pensione anticipata ordinaria (che per gli uomini richiede almeno 42 anni e 10 mesi di contributi) e dalla quota 41 precoci che richiede almeno 41 anni di contributi. Nel suo caso, quindi, essendo precoce, può uscire dal mondo del lavoro con 41 anni di contributi se rientra in uno dei profili protetti (disoccupato, caregiver, invalido, usurante e gravoso).


Leggi anche: Whatsapp: ecco come nascondere l’immagine del proprio profilo a uno o più contatti