Pensione anticipata a 54 anni: perchè si deve attendere ancora?

-
01/10/2019

Perchè non si può accedere al pensionamento con 39 anni di contributi anche se si è lavoratori precoci?

Pensione anticipata a 54 anni: perchè si deve attendere ancora?

Per i lavoratori precoci vi è la possibilità di accedere al pensionamento, indipendentemente dall’età, con 41 anni di contributi ma solo a patto che rientrino in uno di 5 profili tutelati. L’alternativa alla pensione con la quota 41, in ogni caso, resta l’anticipata tradizionale 10 mesi più tardi per le donne e 1 anno e 10 mesi più tardi per gli uomini.

Pensione anticipata con quale misura?

Una nostra lettrice ci scrive:

Buongiorno sono la Signora Ornella non capisco una cosa io ho iniziato a lavorare quando avevo 15 anni ho 54 anni perché devo aspettare ancora quattro anni per andare in pensione???? Grazie buona giornata

Per i lavoratori precoci è possibile accedere al pensionamento con la quota 41 qualora posseggano 41 anni di contributi di cui, almeno 12 mesi versati prima del compimento dei 19 anni di età e che appartengano ad uno dei seguenti profili:

  • lavoratore disoccupato a seguito di licenziamento che abbia terminato da almeno 3 mesi di fruire di tutta la Naspi spettante
  • lavoratore con invalidità pari o superiore al 74%
  • lavoratore che al momento della domanda si prende cura da almeno 6 mesi di un parente convivente con handicap grave in base alla legge 104, articolo 3, comma 3
  • lavoratore usurante
  • lavoratore addetto a mansioni gravose.

Se non appartiene a nessuna di queste categorie di lavoratori, di conseguenza, non può accedere alla pensione con la quota 41 e per pensionarsi dovrà attendere di maturare 41 anni e 10 mesi di contributi, ovvero quelli necessari alle donne per poter accedere alla pensione anticipata ordinaria.

Avendo lei, quindi, 39 anni di contributi maturati potrà accedere al pensionamento tra 2 anni e 10 mesi (se avesse potuto accedere con la quota 41, in ogni caso avrebbe dovuto attendere ancora 2 anni).