Pensione anticipata a 57 anni, il requisito di 5 anni è vincolante

-
03/01/2020

Pensione anticipata a 57 anni con un requisito di 5 anni vincolante, ecco di cosa si tratta e chi può fare domanda.

Pensione anticipata a 57 anni, il requisito di 5 anni è vincolante

Abbiamo affrontato molte volte l’anticipo pensione con la Rendita Integrativa Temporanea Anticipata che consiste in una valida opportunità per chi è disoccupato da più di 24 mesi. Infatti, permette di anticipare l’età pensionabile di 10 anni dalla maturazione dei requisiti richiesti. Normalmente l’anticipo è di cinque anni dall’età pensionabile che per il 2019 è di 67 anni. Tra i requisiti è vincolante aver versato almeno cinque anni di contributi in un fondo pensione. Analizziamo i requisiti richiesti.

Requisiti RITA

Per poter accedere alla Rendita Integrativa Temporanea Anticipata (RITA), bisogna avere i seguenti requisiti:

  • cessazione attività lavorativa;
  • raggiungimento dell’età pensionabile per la pensione obbligatoria (67 anni) entro i  cinque anni successivi alla cessazione dell’attività lavorativa;
  • requisito contributivo minimo di 20 anni;
  • almeno cinque anni di contributi versati in un fondo pensione complementare.

In alternativa, la RITA è riconosciuta ai lavoratori disoccupati di lunga durata con i seguenti requisiti:

  • cessazione del lavoro e intervallo dall’accesso alla pensione di vecchiaia che non sia maggiore di 5 anni, con circa 62 anni e un requisito contributivo di 20 anni nei regimi obbligatori alla data di presentazione della domanda alla RITA;
  • lavoratori inoccupati da più di 24 mesi e intervallo dall’accesso dalla pensione di vecchiaia che non sia maggiore di 10 anni, quindi con 57 anni;
  • per accedere alla Rita in entrambi i casi occorrono 5 anni d’iscrizione ad un fondo pensionistico.


Leggi anche: Bonus ristorazione (Mipaaf) Covid e fondo per la filiera: arriva la proroga al 15/12, ecco le istruzioni con i codici Ateco

Pensione R.I.T.A. unica rata in fondo pensione

Salve, sono un’ex agente di commercio Enasarco, ho 59 anni con 27 anni di contributi INPS e 21 anni di contribuzione Enasarco con montante di circa 36.000,00 euro. Inoltre, circa 10 anni fa ho sottoscritto un polizza fondo pensione con Mediolanum dove ho versato solo una rata di circa 2.500,00 euro. A questo punto chiedo, essendo disoccupato dal 2015 posso ottenere la pensione anticipata R.I.T.A. ? O in alternativa vi sono altre possibilità di prepensionamento?

Grazie anticipato per la risposta che sono certo mi darete, e colgo l’occasione per porgere 

Distinti Saluti

R. A.

La pensione R.I.T.A. non è per tutti

Riepilogando, per i disoccupati di lunga durata superiore a 24 mesi è possibile fare domanda della Rita se hanno versato in un fondo pensione almeno un minimo di cinque anni di contributi.

La prestazione pensionistica è su base volontaria ed è riservata ai soli iscritti alle forme pensionistiche complementari in regime di contribuzione definita, sia dipendenti privati che dipendenti del settore pubblico. La domanda per accedere alla Rendita Integrativa Temporanea Anticipata deve essere presentata direttamente al Fondo pensione. 

Pensione Quota 92 con Enasarco

La pensione di vecchiaia Enasarco per gli  agenti e ai rappresentanti di commercio prevede il pensionamento con i seguenti i seguenti requisiti:

  • un’età anagrafica minima e il pensionamento a quote con i requisiti minimi da rispettare;
  • un requisito minimo contributivo di 20 anni.

La tabella di pensionamento dal sito Enasarco.it

Tabella pensione Enasarco

La domanda di pensionamento può essere inoltrata a partire da trenta giorni prima del compimento dell’età anagrafica o successivamente.

Risposta


Potrebbe interessarti: Conto corrente, multe salate a Natale: quando scattano e come evitarle

Lei non può accedere alla Rita, può accedere alla pensione Enasarco quando avrà maturato i requisiti anagrafici richiesti. Le consiglio di informarsi presso l’ente e verificare la sua situazione contributiva.