Pensione anticipata a 62 anni, la nuova proposta a partire dal 2019

Pensione anticipata a 62 anni, una nuova proposta al vaglio dal Governo. Ricordiamo che tra le novità che il Governo si appresta ad inserire nella prossima Legge di Bilancio, c’è anche la Riforma delle Pensioni, che prevede un confronto con le sigle sindacali, tra cui la Cgil. La quale  presenta alcuni dubbi sulla quota 100, che prevede un età pensionistica di 64 anni e 36 di contributi. Ribadisce il diritto alla pensione per tutti e propone una pensione anticipata a 62 anni.

La nuova proposta

Pensione anticipataLa richiesta della Cgil è di definire una riforma organica della previdenza, che superi strutturalmente la legge Monti-Fornero, una riforma previdenziale sostenibile ed equa, per tutte le generazioni. Per il sindacato non sono sufficienti i parziali aggiustamenti anticipati dal Governo.

Per Ghiselli: “i 41 anni per la pensione di anzianità e quota 100 rappresentano alcuni aspetti importanti del problema, ma non vanno dimenticati anche i temi della flessibilità in uscita, con la possibilità di andare in pensione dopo i 62 anni, il superamento dell’attuale meccanismo che lega l’età di pensione all’aspettativa di vita, e la questione decisiva della pensione contributiva di garanzia per chi, come i più giovani ma non solo, ha una carriera lavorativa discontinua o con bassi contributi, come i part time“. “Ci auguriamo di poter avviare al più presto un confronto con la politica su questi temi”.

Cosa prevede la pensione Quota 100

La proposta che negi ultimi giorni era stata anticipata dalla Lega, si basava su una combinazione fissa di 64 anni e 36 di contributi con un tetto alla contribuzione figurativa e una penalità nel calcolo dell’uscita anticipata dei lavoratori con almeno 18 anni di contributi al 1995.

La Quota 100 così configurata non convince, troppi paletti e limitazioni, inoltre lascia fuori le categorie deboli che attualmente rientrano nell’Ape Sociale. 

Leggi anche: Pensione Quota 100 lascia fuori la pensione con legge 104 (per se stessi e caregiver), cosa cambia nel 2019

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.