Pensione anticipata a 64 anni con opzione contributiva: quando è possibile?

-
19/02/2020

Chi può esercitare l’opzione contributiva per accedere alla pensione anticipata a 64 anni con soli 20 anni di contributi? Scopriamolo.

Pensione anticipata a 64 anni con opzione contributiva: quando è possibile?

Abbiamo recentemente affermato che è possibile accedere alla pensione anticipata contributiva anche grazie all’esercizio dell’opzione contributiva ma solo nel caso che i requisiti per esercitare tale opzione siano stati raggiunti entro il 31 dicembre 2011. Per chi raggiunge detti requisiti dal 2012 in poi, l’opzione contributiva è valida solo per il calcolo dell’assegno pensionistico ma non per l’accesso alle pensioni agevolate del contributivo.

Pensione a 64 anni con opzione contributiva

Un nostro lettore chiede:

Buongiorno il 15 Settembre 2020 compio 64 anni e maturo 35 anni di lavoro (Ente Locale), di cui 
anni 10 e mesi 5 fino al 31/12/1995 e anni 24 e mesi 7 dal 01/01/1996, posso usufruire
della pensione anticipata?
In attesa di riscontro porgo distinti saluti 

L’opzione contributiva può essere esercitata da chi è in possesso dei seguenti requisiti:

  • almeno 1 contributo versato prima del 1996
  • meno di 18 anni di contributi versati prima del 1996
  • almeno 5 anni di contributi versati dopo il 31 dicembre 1995
  • almeno 15 anni di contributi maturati.

Per chi ha maturato i requisiti per esercitare l’opzione entro il 31 dicembre 2011 oltre al ricalcolo contributivo dell’assegno vi è anche la possibilità di accedere alle pensioni agevolate previste per il contributivo puro, ma solo a patto di  aver perfezionato i requisiti anagrafici e/o contributivi per il diritto alla pensione entro il 31.12.2011 secondo le regole vigenti al 31 dicembre 2011.


Leggi anche: Casa in donazione, dopo quanti anni si può vendere?

Per chi, invece, ha maturato (o matura) i requisiti per esercitare l’opzione contributiva dopo tale data l’unico vantaggio portato dall’esercizio dell’opzione è sul calcolo dell’assegno.

Nel suo caso nel 2011 era in possesso di tutti i requisiti richiesti per l’esercizio dell’opzione contributiva  e di conseguenza può anche accedere alle pensioni agevolate previste dal contributivo puro. Nello specifico al compimento dei 64 anni può accedere alla pensione anticipata contributiva. Le consiglio, in ogni caso, prima di esercitare l’opzione contributiva (poichè avendo 10 anni di contributi versati prima del 1996 tali contributi rientrano nel calcolo misto contributivo ed esercitando l’opzione contributiva li trasferisce nel sistema contributivo puro) di verificare tramite CAF, patronato o professionista abilitato se con il ricalcolo contributivo l’ammontare della sua futura pensione è pari o superiore a 2,8 volte il minimo INPS. 

La pensione anticipata contributiva, infatti, per l’accesso oltre a requisiti anagrafici e contributivi, richiede anche che l’importo dell’assegno non sia inferiore alle 2,8 volte il minimo sociale INPS: Prima, quindi, di esercitare l’opzione contributiva le consiglio di verificare i requisiti di accesso alla pensione anticipata contributiva.