Pensione anticipata a 64 anni: non sempre spetta

-
02/02/2020

Quale pensione spetta a 64 anni di età e chi può accedere al prepensionamento?

Pensione anticipata a 64 anni: non sempre spetta

Diverse sono le misure previdenziali attualmente in vigore che permettono l’accesso ad un pensionamento anticipato, ma ognuna delle misure in questione richiede degli specifici requisiti e non sempre la misura che permette l’accesso alla quiescenza a qualcuno può essere utilizzata, indistintamente, anche da altri. Cerchiamo di chiarire il concetto.

Pensione a 64 anni

Una nostra lettrice ci scrive:

Spett . consulente compio 64 anni in agosto ed ho versato circa 34 anni di contributi e sono in possesso del 70% di invalidità attualmente disoccupata  posso rientrare in un contesto di pensione? ? ringrazio per eventuale chiarimento  distinti saluti.

Se si parla di pensione anticipata a 64 anni ci si riferisce alla pensione anticipata contributiva che richiede, appunto, 64 anni di età ed almeno 20 anni di contributi versati. Il vero limite di questa misura, però, è che i contributi devo essere stati versati interamente nel sistema contributivo (e quindi dopo il 31 dicembre 1995). Avendo lei 34 anni di contributi, quindi, ha iniziato a versare gli stessi prima di tale data e non rientra nella misura.

Potrebbe ambire all’Ape sociale ma richiede un’invalidità pari almeno al 74%. La misura richiede almeno 63 anni di età ed almeno 30 anni di contributi ma è accessibile soltanto ad Invalidi (74% o maggiore), disoccupati e caregiver (anche ad usuranti e gravosi ma a queste ultime categorie richiede almeno 36 anni di contributi).

Per la mancanza del requisito contributivo non può accedere neanche alla pensione anticipata tradizionale (per le donne richiede almeno 41 anni e 10 mesi di contributi) nè alla quota 100 (che richiede 38 anni di contributi).

L’unica alternativa nel suo caso appare essere la pensione di vecchiaia al compimento dei 67 anni.