Pensione anticipata: obbligatoria al raggiungimento dei contributi?

Accedere alla pensione anticipata è obbligatorio? Il datore di lavoro può licenziare il dipendente in possesso dei requisiti di accesso?

La pensione anticipata nel settore privato non è ad adesione obbligatoria, il dipendente può continuare a lavorare fino a 67 anni anche se ha i requisiti per accedere all’anticipata.

Buonasera,

ho 61 anni (e 3 mesi. Lavoro dal 1977. Attualmente lavoro in una ditta con 11 dipendenti.

Il mio datore di lavoro mi ha chiesto più volte di fornirgli l’Ecocert.

Non mi sembra molto corretto in considerazione della privacy, O può farlo?

Comunque non mi risulta di avere ancora i requisiti necessari per la pensione anticipata.

Mi risulta  anche che la richiesta di pensione debba essere una mia scelta.

Cosa può fare se non gli fornisco quanto mi ha richiesto? 

Grazie anticipatamente per una cortese risposta.

Cordialmente

Ecocert: cos’è e a cosa serve

L’Ecocert altro non è che l’estratto conto contributivo, ovvero il riepilogo di tutti i dati relativi ai contributi versati dal contribuente registrato negli archivi dell’Inps.
Nell’ecocert sono contenuti tutti i contributi versati nella storia lavorativa del titolare, una sorta di fotografia di quanto avvenuto nella vita lavorativa del contribuente.

Pensione anticipata: è obbligatoria?

Non so se il datore di lavoro possa chiederle o no di fornire l’Ecocert, ma quello che so per certo è che non può obbligarla ad accedere alla pensione anche se fosse in possesso dei requisiti richiesti per l’accesso alla pensione anticipata.

Nel settore privato il pensionamento forzato non è come nel settore pubblico dove, in alcuni casi, la cessazione del rapporto di lavoro può avvenire anche a 62 anni.

I dipendenti del settore privato, infatti, sono incentivati dalla normativa a restare in servizio fino a 71 anni.

Licenziamento ad nutum: quando?

Il licenziamento ad nutum, ovvero senza motivazioni, è possibile solo per sopraggiunti limiti di età al raggiungimento dei 67 anni unitamente a 20 anni di contributi (se il requisito contributivo non è perfezionato il dipendente può restare in servizio fino a 71 anni, cosa che può fare anche se in possesso dei 20 anni di contributi se in accordo con l’azienda).
Prima del compimento dell’età anagrafica necessaria per accedere alla pensione di vecchiaia (67 anni), in ogni caso, il datore di lavoro non può licenziare il lavoratore anche se è in possesso dei requisiti per accedere alla pensione anticipata.
Ecocert: quali spiegazioni?
In ogni caso, se il suo datore di lavoro le ha chiesto l’ecocert fornirglielo non le comporta alcun danno. Se magari lei è in possesso dei requisiti per accedere alla pensione anticipata il suo datore di lavoro (che sicuramente è al corrente di non poterla costringere al pensionamento) potrebbe volerle offrire un accordo consensuale per cessare il rapporto di lavoro (che potrebbe prevedere condizioni economiche favorevoli per lei).

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all’originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

 

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.