Pensione anticipata Ape Volontario dal 2019, con 5 mesi in più (legge Fornero)?

-
30/11/2018

Pensione anticipata Ape Volontario dal 2019, con 5 mesi in più stabiliti dalla legge Fornero, i nati nel 1956 possono fare domanda?

Pensione anticipata Ape Volontario dal 2019, con 5 mesi in più (legge Fornero)?

Pensione anticipata Ape Volontario, in vigore fino al 31 dicembre 2019, con i requisiti di 63 anni di età e 20 anni di contributi, resta per molti ancora una valida alternativa alla Quota 100, che consente l’accesso a 62 anni di età, ma richiede un requisito contributivo di 38 anni, che molti lavoratori non hanno. In quest’articolo analizzeremo il quesito di un nostro lettore:

Spett.le Redazione Notizie Ora.it, chiedo un chiarimento in tema pensionistico, prendendo spunto da una risposta (pubblicata sul sito ad agosto) ad un vostro lettore in tema di requisiti per l’APE volontaria. Essendo nato il 28 novembre 1956, compirò i 63 anni previsti come requisito minimo di età entro il 2019, potrei quindi fare domanda per l’APE volontaria entro l’anno prossimo, avendo anche i requisiti di anzianità contributiva? Ringraziando anticipatamente. Distinti Saluti

Pensione anticipata Ape Volontario 2019

La circolare INPS 28/2018, detta le modalità attuativa dell’Ape Volontario, spiegando anche come influisce l’adeguamento alla speranza di vita, voluto dalla legge Fornero.

Nella circolare in base al requisito contributivo viene chiarito che: “Il soggetto interessato deve avere conseguito, alla prima data utile di presentazione della domanda di APE, un’età che consenta di maturare il requisito anagrafico […] entro tre anni e sette mesi e – tenuto conto della durata minima semestrale dell’APE – non prima di sei mesi, successivi alla predetta data.

Pensione anticipata Ape Volontario: requisito anagrafico

Ai fini del perfezionamento del predetto requisito anagrafico occorre tener conto sia degli adeguamenti agli incrementi della speranza di vita previsti dalla normativa vigente alla data della domanda di certificazione del diritto all’APE – attualmente pari a sette mesi per il periodo dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2018, incrementati di ulteriori cinque mesi dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2020 […], per i soggetti che maturano il diritto alla prima decorrenza utile del trattamento pensionistico dall’anno 2021 l’età minima di accesso alla pensione non può essere inferiore a sessantasette anni.


Leggi anche: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari

Pertanto, l’accertamento del requisito anagrafico di cui al presente punto è effettuato al momento della certificazione del diritto all’APE, in base alla seguente tabella, anche in via prospettica tenendo conto dell’ambito temporale di applicazione della norma.

Tabella Inps

Pensione anticipata Ape Volontario: i cinque mesi in più

Il requisito anagrafico richiesto per questa misura è pari a 63 anni. Ma per poter fare domanda non devono mancare più di tre anni e sette mesi all’età della pensione di vecchiaia, considerando i cinque mesi in più dal 2019, che corrispondono agli scatti per adeguamento alle aspettative di vita, voluti dalla legge Fornero.

Pensione anticipata Ape Volontario: cosa succede per i nati nel 1956

Ci sono due date precise da considerare, fuori da queste data non è possibile presentare più la domanda, esaminiamo cosa succede per i nati nel 1956.

Per i lavoratori con data di nascita primo marzo 1956: possono fare domanda nel marzo del 2019, a 63 anni. La pensione di vecchiaia matura nell’aprile del 2023. La prima decorrenza per l’APe è il primo settembre 2019.

Per i lavoratori con data di nascita 31 luglio 1956: questa è l’ultima data di nascita possibile per avere diritto all’APE Volontario. I lavoratori nati successivamente a questa data, non riescono a maturare il diritto nei termini.

In risposta al nostro lettore

Lei matura gli anni a novembre del 1956 e qundi non rientra nell’Ape Volontario in quanto non riuscirà a maturare il diritto. Nella Riforma pensione era stato previsto il blocco dei cinque mesi della Legge Fornero, questo cambierebbe la situazione del 2019. Consiglio di aspettare che la riforma sia definitiva.


Potrebbe interessarti: Canone Rai: come ottenere il rimborso procedura e modulo

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]