Pensione anticipata con invalidità pari al 74% o per i Caregiver, le ultime novità

-
07/04/2018

Pensione anticipata con invalidità almeno pari al 74% e soggetti che assistono e convivono con persone affette da handicap grave (caregiver), importanti novità dall’INPS.

Pensione anticipata con invalidità pari al 74% o per i Caregiver, le ultime novità

Pensione anticipata per i soggetti con invalidità almeno pari al 74% e soggetti che assistono e convivono con persone affette da handicap grave (caregiver), l’inps con il messaggio 1481 del  4 aprile, detta importanti chiarimenti. Analizziamo tutte le novità.

Pensione: Ape Sociale e lavoratori precoci e beneficio lavoratori precoci

L’APE sociale e il pensionamento anticipato dei lavoratori precoci non possono essere riconosciuti nei confronti dei soggetti con riferimento ai quali sia venuto meno, alla data di decorrenza effettiva dell’APE sociale o della pensione anticipata per i lavoratori precoci, lo status di invalido pari o superiore al 74% o si sia verificato il decesso dell’assistito.

Il venir meno delle predette condizioni successivamente alla data di decorrenza effettiva dei trattamenti non fa venir meno il diritto ai benefici in parola.

Ai fini dell’accesso ai benefici in esame, con particolare riguardo ai soggetti che hanno perfezionato i requisiti e le condizioni nell’anno 2017 – per i quali la decorrenza effettiva del trattamento è retrodatata al primo giorno del mese successivo alla maturazione di tutti i requisiti e le condizioni e, comunque, non anteriormente al 1° maggio 2017 – lo stato di invalidità almeno pari al 74% e l’esistenza in vita dell’assistito devono, invece, sussistere alla data di presentazione della domanda di accesso al beneficio.  

Pensione: “status” di invalido al 74% o perfezionamento 6 mesi di assistenza e convivenza nel mese di dicembre 2017

I soggetti che hanno acquisito lo “status” di invalido al 74% o hanno perfezionato i 6 mesi di assistenza e convivenza nel mese di dicembre 2017, che hanno presentato domanda di riconoscimento delle condizioni di accesso al beneficio entro il 31 marzo 2018, possono beneficiare del regime delle decorrenze alla maturazione dei requisiti previsto per l’anno 2017.

I relativi trattamenti non potranno avere decorrenza anteriore al 1.1.2018.