Pensione anticipata e Bonus di 513 euro, si possono avere entrambi

-
14/10/2019

Pensione anticipata Quota 100 e bonus di 513 euro come ponte per il pensionamento, si possono avere entrambe le prestazioni?

Pensione anticipata e Bonus di 513 euro, si possono avere entrambi

Pensione anticipata Quota 100 e Bonus di 513 euro come ponte alla pensione di vecchiaia, analizziamo la domanda di un nostro lettore: Buongiorno, Sono del 57, quindi 62 compiuti e 41 di contributi di cui 38 da commerciante + 3 dipendente prima dei 19 anni. A oggi non sono riusciti a quantificare un eventuale importo della futura pensione ed è possibile che non rientro nei lavori gravosi anche facendo un lavoro notturno come portiere in albergo? Posso andare con quota 100 cedendo attività e usufruire indennizzo? In attesa di risposta

Lavoro come portiere e lavoro notturno

Abbiamo trattato l’argomento sul lavoro come portiere in quest’articolo: Lavoro come portiere e pensione, novità e ultime sentenze

Lei dice che svolge un lavoro da commerciante attualmente, quindi non ha svolto il lavoro notturno come portiere negli ultimi anni. Il lavoro notturno segue delle regole ben precise:

  • deve essere svolto per almeno 7 anni, negli ultimi 10 anni di vita lavorativa;
  • o per almeno metà della vita lavorativa.

Bonus di 513 euro quale ponte per il pensionamento

Penso che qui ci sia un po’ di confusione, parliamo prima dell’indennizzo commercianti; si tratta di  una prestazione concessa a coloro che chiedono l’attività commerciale,  quale ponte per arrivare all’età di pensionamento di 67 anni, in quanto non hanno ancora raggiunto i requisiti per la pensione di vecchiaia. La prestazione riconosciuta è pari al trattamento minimo di pensione previsto per gli iscritti alla Gestione speciale commercianti. Per il 2019 questo valore è di 513,01 euro.


Leggi anche: Canone RAI ancora in bolletta: chi deve pagarlo e come chiedere l’esenzione

 Beneficiari

Sono destinatari dell’Indennizzo commercianti,  esclusivamente gli iscritti alla Gestione commercianti che esercitano determinate attività:

  • attività commerciale al minuto in sede fissa, anche abbinata ad attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, in qualità di titolari o coadiutori;
  • attività commerciale su aree pubbliche, anche in forma itinerante, in qualità di titolari o coadiutori.

Per effetto delle norme vigenti, tra i beneficiari rientrano anche:

  • gli esercenti attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, in qualità di titolari o coadiutori;
  • gli agenti e rappresentanti di commercio.

 Requisiti

L’indennizzo spetta ai soggetti che:

  • uomini almeno 62 anni di età anagrafica, donne 57 anni;
  • i lavoratori devono essere iscritti, al momento della cessazione dell’attività, da almeno cinque anni, anche non continuativi, alla Gestione dei contributi previdenziale degli esercenti attività commerciali;
  • bisogna aver cessato l’attività commerciale a decorrere dal 1° gennaio 2019.

La concessione dell’indennizzo non è compatibile con la pensione di vecchiaia ma è compatibile con gli altri trattamenti pensionistici diretti.

Pensione quota 100

Possono accedere alla pensione anticipata Quota 100, tutti gli iscritti all’assicurazione generale obbligatoria e alle forme esclusive e sostitutive della medesima, gestite dall’INPS, nonché alla Gestione separata (art. 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335) che perfezionano, nel periodo compreso tra il 2019 ed il 2021, un’età anagrafica non inferiore a 62 anni e un’anzianità contributiva non inferiore a 38 anni possono conseguire il diritto alla “pensione quota 100”.

La normativa prevede anche la possibilità, su richiesta dell’interessato di cumulare i periodi contributi versati in più forme di assicurazione obbligatorie gestite dall’Inps.

Il requisito contributivo richiesto per la “pensione quota 100” può essere perfezionato, su domanda dell’interessato, anche cumulando, ai sensi del comma 2 dell’articolo 14, tutti e per intero i periodi assicurativi versati o accreditati presso due o più forme di assicurazione obbligatoria, gestite dall’INPS


Potrebbe interessarti: Esonero contributivo Inps 2021 per partite Iva: cos’è, come funziona e come fare domanda

Compatibilità tra pensione quota 100 e Indennizzo commercianti (bonus di 513 euro)

Tale indennizzo (art. 3 comma 4, del d.lgs. 207/1996) spetta dal primo giorno del mese successivo in qui è stata presentata domanda fino al conseguimento dell’età pensionabile di 67 anni.

Sulla compatibilità della pensione quota 100 e l’Indcom ci sono molti dubbi, ci vorrebbe un chiarimento specifico dell’Inps. La Quota 100 si configura come una pensione anticipata e quindi dovrebbe essere possibile la fruizione di entrambi; su questo punto ho trovato diverse interpretazioni. Consiglio di attendere ulteriori chiarimenti dall’ente. 

Ricordiamo che l’indennizzo è compatibile con le seguenti prestazioni:

  • pensione di anzianità;
  • pensione anticipata;
  • pensione d’inabilità e assegno ordinario d’invalidità;
  • con l’assegno sociale (anche se comporta la revoca dell’assegno sociale per il superamento della soglia).

La normativa specifica che se l’interessato matura il diritto alla pensione anticipata durante la fruizione del Bonus di 513 euro, grazie ai contributi figurativi accreditati, può accedere alla pensione anticipata e continuare a percepire l’indennizzo fino al raggiungimento dell’età pensionabile.