Pensione anticipata quota 100 e opzione donna: reali requisiti di accesso

Quali sono i requisiti per accedere alla pensione con quota 100 e opzione donna nel 2019? Vediamolo insieme rispondendo alle domande dei nostri lettori.

Nonostante siano mesi che si parla ormai della pensione con la quota 100 e della proroga dell’opzione donna continuano a pervenirci domande sulla possibilità di accesso alle due misure a conferma che la normativa non è affatto chiara o che, probabilmente, i media più che chiarire i punti oscuri delle norme hanno continuato ad intorbidire le acque.

Facciamo quindi il punto della situazione.

Quota 100: chi può accedere?

Per accedere alla quota 100 sono necessari almeno 62 anni di età (e quindi possono accedere tutti coloro che hanno dai 62 anni in poi) unitamente ad almeno 38 anni di contributi.

Un nostro lettore ci chiede: “Salve volevo gentilmente una sua  risposta perchè uno mi dice una cosa e uno mi dice un’altra io o 64 anni con 42 anni di contributi posso con quota 100 andare in pensione la mia pensione anticipata sarebbe il 1 agosto 2020 in attesa di una sua gentile risposta cordialmente saluto”.

Avendo raggiunto i requisiti di accesso alla quota 100 entro il 31 dicembre 2018 avrebbe il diritto alla decorrenza della pensione a partire dal 1 aprile 2019 (se il decreto sarà convertito in legge entro tale data). Se poi la conversione avverrà dopo tale data presumo che tutti coloro che avevano diritto alla pensione dal 1 aprile riceveranno le mensilità arretrate spettanti.

Opzione donna: chi può accedere

Per accedere all’opzione donna servono 58 anni di età per le lavoratrici dipendenti e 59 per le autonome unitamente ad almeno 35 anni di contributi maturati. Entrambi i requisiti, per poter beneficiare della misura devono essere stati raggiunti entro il 31 dicembre 2018. 

Una nostra lettrice, però, ci chiede: “Sono infermiera con 36 anni di contributi, compio il 31 dicembre 2019 58 anni, rientro  nell’operazione donna, grazie”.

La risposta per la nostra lettrice, purtroppo è no, poichè il requisito anagrafico non è stato raggiunto a dicembre 2018 ma sarà raggiunto esattamente un anno dopo. Dovrebbe sperare in una proroga della misura nella prossima legge di Bilancio.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.