Pensione anticipata frena il TFR: ecco perchè e quando sarà percepito

-
21/08/2019

La pensione anticipata frena il TFr o TFS dei dipendenti pubblici, la normativa prevede che il pagamento oltre ad avvenire in tre rate, sia pagato al …

Pensione anticipata frena il TFR: ecco perchè e quando sarà percepito

Il TFR o TFS per i dipendenti pubblici viene percepito fortemente in ritardo rispetto all’uscita dal lavoro, diversamente dai dipendenti privati che lo percepisco il mese successivo all’uscita dal lavoro. Questa problematica, considerata incostituzionale, è stata discussa anche nelle aule dei Tribunali, ma senza esito positivo. Un ulteriore ritardo nella fruizione del TFR o TFS per i dipendenti pubblici riguarda l’accesso alla varie forme di pensione anticipata (quota 100, anticipata, Ape Sociale, Ape Volontario, ecc.). Analizziamo nello specifico il quesito di un nostro lettore: Sono in pensione dal 1° settembre 2018 con APE social quando mi verrà corrisposto TFR sono nata il 13 luglio 1953.

TFR e pensione anticipata Ape Sociale

Nel decreto-legge n. 4/2019 è stato prevista anche la possibilità di poter chiedere un anticipo del TFR per i dipendenti pubblici di un massimo di 45.000 euro. Il decreto della misura è stato approvato, ma manca ancora l’ultimo step finale. La crisi di Governo ha bloccato al momento la sua attuazione.

Per i dipendenti che anticipano il pensionamento con le misure pensionistiche anticipate, come l’Ape sociale, il TFR (buonuscita) verrà corrisposta al raggiungimento dei 68 anni ed entro i successivi tre mesi, ed esattamente 12 mesi dopo il raggiungimento dell’età pensionabile richiesta per la pensione di vecchiaia (67 anni).

TFR o TFS come viene liquidato e cosa accadrà all’anticipo con la crisi di Governo?

Le tre rate del TFR o TFS


Leggi anche: Pensioni e legge di bilancio 2021, riparte l’indennizzo ai commercianti

Ricordiamo che il TFR per i dipendenti pubblici viene corrisposto in tre tranche, ed esattamente:

  • in unica soluzione, se l’ammontare complessivo lordo è pari o inferiore a 50.000 euro;
  • in due rate annuali, se l’ammontare complessivo lordo è superiore a 50.000 euro e inferiore a 100.000 euro (la prima rata è pari a 50.000 euro e la seconda è pari all’importo residuo);
  • in tre rate annuali, se l’ammontare complessivo lordo è superiore a 100.000 euro. In questo caso la prima e la seconda rata sono pari a 50.000 euro e la terza è pari all’importo residuo. La seconda e la terza somma saranno pagate rispettivamente dopo 12 e 24 mesi dalla decorrenza del diritto al pagamento della prima.

Risposta

Lei attualmente ha 66 anni, quindi da come sopra descritto percepirà il TFR al compimento dei 68 anni.