Pensione anticipata gravosi e usuranti 2019: ancora con 42 anni e 10 mesi di contributi

-
27/07/2018

Lavoratori usuranti e gravosi: come andare in pensione anticipata nel 2019?

Pensione anticipata gravosi e usuranti 2019: ancora con 42 anni e 10 mesi di contributi

Ci scrive un nostro lettore che di mestiere fa il magazziniere e rientra, quindi, nei lavori gravosi, che a febbraio 2019 matura 42 anni di contributi. La sua domanda è se a dicembre 2019 matura il diritto alla pensione svolgendo il lavoro gravoso da 7 anni consecutivi.

La risposta è ovviamente si: con la Legge di Bilancio 2017, infatti, si è posto lo stop all’aumento dell’età pensionabile dei lavoratori addetti alle mansioni gravose ed usuranti che anche dopo il 1 gennaio 2019 potranno continuare ad accedere alla pensione di vecchiaia con 66 anni e 7 mesi di contributi e alla pensione anticipata con 42 anni e 10 mesi di contributi gli uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi le donne.

Il nostro lettore, quindi, maturerà il diritto alla pensione a dicembre 2019 e la decorrenza alla prestazione dal 1 gennaio 2020.

pensioneAnche se ci fossero dei decreti migliorativi per anni di contributi prima del possibile accesso alla pensione anticipata, il nostro consiglio è, in ogni caso, di guardare alle penalizzazioni che potrebbero comportare poichè ricordiamo che la pensione anticipata non comporta alcuna penalizzazione sull’assegno pensionistico, prevede l’erogazione di 13 mensilità e da subito corrisponde al beneficiario la pensione spettante secondo il metodo di calcolo spettante (senza quindi imporre, ad esempio il calcolo contributi che porta inesorabilmente ad una perdita sull’ammontare dell’assegno pensionistico per tutta la durata della pensione).

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]