Pensione anticipata o quota 100: cosa è meglio?

Buongiorno, ho un dubbio. 
Ho 62 anni in ottobre, a fine 2018 ho circa 42 anni di contributi. 
Dal mese giugno 2016 ho invalidità e quindi con diritto a due mesi all’anno di contributi per calcolo alla pensione. Ciò mi permette di raggiungere i 43 anni e 3 mesi a giugno 2019.
La domanda è la seguente: mi conviene fare domanda x quota 100 ( io ho già quota 104) oppure aspetto i miei 43 anni e tre mesi?
Cosa mi consigliate? 

 

La differenza di tempo tra le due prestazioni è davvero minima per presentare un dilemma. Con la quota 100 probabilmente potrebbe accedere ad aprile 2019, con l’anticipata a giugno 2019. La differenza, quindi è di soli 2 mesi.

L’unica cosa che posso dirle con certezza è che i mesi di maggiorazione contributiva invalidi sono utili solo al calcolo e non alla misura della pensione (non aumenteranno, quindi, l’ammontare del suo assegno pensionistico). L’unico consiglio che posso darle è questo: se vede che la finestra di aprile, per qualsiasi motivo burocratico dovesse slittare, opti per la pensione anticipata che le verrà erogata il primo giorno del mese successivo a quello di maturazione dei requisiti senza dover attendere ulteriormente la finestra di uscita successiva per la quota 100.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]

Pensione anticipata o quota 100: cosa è meglio? ultima modifica: 2018-11-10T20:15:43+00:00 da Redazione NotizieOra

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.