Pensione anticipata Quota 100: diritto al pensionamento anche dopo la scadenza e calcolo assegno

-
31/01/2020

Pensione anticipata Quota 100 e diritto al pensionamento, analizziamo alcuni aspetti considerando anche come viene calcolato l’assegno pensionistico.

Pensione anticipata Quota 100: diritto al pensionamento anche dopo la scadenza e calcolo assegno

La pensione anticipata quota 100 entrata in vigore con il decreto-legge numero 4/2019 è una misura sperimentale valida per tre anni dal 2019 al 2021. I requisiti richiesti per poter fare domanda sono: 62 anni di età e 38 anni di contributi. Analizziamo cosa succede chi ha maturato i requisiti ma non è pronto ad andare in pensione.

Pensione Quota 100: effetto della cristallizzazione del diritto

Buonasera, sono del 1959 e l’anno prossimo, nel 2021, maturo i requisiti per andare in pensione con quota 100. Purtroppo per una grave malattia ho fatto domanda per l’assegno ordinario di invalidità che è stata accolta. Se questa non mi dovesse essere riconfermata nel 2023, (lo spero proprio significa che sarò guarito cosa che dubito),posso accedere in quella data alla quota 100? Vi ringrazio anticipatamente per la vostra risposta. M.

 

Risposta. La pensione anticipata Quota 100 ha una validità triennale dal 2019 al 2021, quindi se non sarà prorogata non sarà più possibile accedere alla misura. Per effetto della cristallizzazione, l’ abrogazione non interviene per chi ha maturato il diritto al pensionamento (come lei) lo ha raggiunto prima nel periodo in cui la misura pensionistica era in vigore.

Da chiarire che l’assegno ordinario di invalidità inibisce la percezione della pensione anticipata Quota 100. Quindi, se le viene riconfermato l’assegno di invalidità lei perderà il diritto a chiedere la quota 100.

Calcolo assegno 

Salve, mi chiamo E., nato ad aprile del 1959 assunto a giugno 1981.

Attualmente ho 60 anni e 38 di anzianità’ contributiva.

Ad Aprile del 2020 ne compirò’ 61 ed a Giugno 2020 avrò 39 anni di anzianità.

Nel 2021, data di termine di quota 100, compirò 62 anni con 40 di contributi.


Leggi anche: Reddito di cittadinanza, reddito di emergenza e cassa integrazione, dati boom per il Covid: novità e aggiornamenti Inps sugli ultimi pagamenti

Vorrei calcolare il mio assegno pensionistico, cosa devo fare? 

Vorrei anche sapere se attualmente posso solo sperare in quota 100 o se c’e’ qualche altra soluzione.

Grazie

 

Risposta. Le può accedere tranquillamente alla quota 100 che terminerà il suo percorso sperimentale il 31 dicembre 2021, per il calcolo dell’assegno si deve rivolgere al patronato o tramite i servizi di simulazione Inps, inserendo tutti i dati le uscirà il calcolo della sua pensione.

L’assegno pensionistico, viene calcolato nel modo seguente: 

  • con un’anzianità contributiva con almeno 18 anni al 31 dicembre 1995, si mantiene il diritto al calcolo retributivo fino al 2011 compreso, peri poi dal 1° gennaio 2012 scatta il calcolo contributivo;
  • con un’anzianità inferiore a 18 anni al 31 dicembre 1995, il calcolo della pensione è effettuato con il sistema misto. Gli anni di contribuzione fino al 1995 sono calcolate con il sistema retributivo, mentre dal 1° gennaio 1995 in poi si calcolano con il sistema contributivo;
  • se non si possiede nessun contributo prima del 31 dicembre 1995, la pensione è interamente calcolata con il sistema contributivo.

Altre forme pensionistiche sono comunque meno vantaggiose, e richiedono un requisito anagrafico più alto, tranne la pensione anticipata che prevede per gli uomini un requisito contributivo di 42 e 10 mesi e per le donne 41 e 10 mesi indipendentemente dall’età anagrafica. La pensione anticipata calcola l’assegno pensionistico come la Quota 100.