Pensione anticipata Quota 100: domanda nel 2020 o 2021?

-
09/04/2020

Pensione anticipata Quota 100 e raggiungimento del requisito anagrafico, quando conviene presentare domanda? Rispondiamo ad un lettore.

Pensione anticipata Quota 100: domanda nel 2020 o 2021?

La pensione quota 100 ha la durata di tre anni, potranno beneficiarne di questa misura i lavoratori che maturano entrambi i requisiti fino al 31 dicembre 2021. Per effetto della cristallizzazione del diritto chi matura entrambi i requisiti entro il 31 dicembre 2021, potrà accedere alla quota 100 anche successivamente. Tale diritto di cristallizzazione viene chiarito anche nel decreto-legge n. 4/2019 e nella circolare Inps attuativa. Viene specificato che i lavoratori che perfezionano i requisiti anagrafici e contributi (62 + 38) nel triennio 2019 -2021, possono conseguire il diritto ala trattamento pensionistico in qualsiasi momento successivo. 

Domanda pensione Quota 100: quando va presentata?

Tanti di dubbi su quando presentare la domanda di pensione anticipata, un lettore ci chiede:

Buongiorno,

vorrei sapere: ho 38 anni e mezzo di contributi e sono nato il 2 dicembre 1958. Quindi a quella data compirò i 62 anni d’età. Devo aspettare quella data (cioè il compimento del 62esimo anno di età) per fare la domanda di pensione o e valido l’anno di nascita e quindi posso farla anche adesso?

Domanda alla maturazione dei requisiti

Se raggiunge il requisito anagrafico a dicembre 2020 la pensione decorre se:

– dipendente privato dopo 3 mesi, quindi a marzo 2021;

– dipendente pubblico dopo 6 mesi, quindi a giugno 2021.

Non le consiglio di presentare la domanda prima del raggiungimento dei requisiti visto che, come sopra riportato, c’è una finestra di attesa prima del trattamento pensionistico di tre mesi per i dipendenti privati e di sei mesi per i dipendenti pubblici.


Leggi anche: Cassa integrazione COVID Ristori Bis: come funziona la proroga e quanto dura, ecco le prime istruzioni Inps

Lei rientra tranquillamente nei termini in quanto la pensione Quota 100 è valida per un triennio dal 2019 al 2021, e rimarrà in vigore fino al 31 dicembre 2021.

Va precisato che bisogna presentare la lettera di dimissioni per pensionamento sei mesi prima al datore di lavoro.