Pensione anticipata quota 41 precoci 2019: quando presentare domanda

-
08/09/2018

Quando va presentata la domanda per accedere alla quota 41 precoci per chi matura i requisiti nel corso del 2019?

Pensione anticipata quota 41 precoci 2019: quando presentare domanda

Un nostro lettore che raggiunge i 41 anni di contributi il prossimo giugno, ci chiede quando va presentata la domanda per la pensione anticipata quota 41 per i precoci.

Da sottolineare che raggiungendo i 41 anni di contributi a giugno 2019, il lettore in questione sarà soggetto all’aumento di 5 mesi dell’età pensionabile per l’adeguamento alla speranza di vita Istat che scatterà il 1 gennaio 2019. Non saranno più necessari, quindi, 41 anni per accedere alla quota 41 dei precoci, ma serviranno 41 anni e 5 mesi di contributi versati.

In teoria i 41 anni e 5 mesi li raggiungerebbe a novembre 2019, rientrando, quindi, tra coloro che raggiungeranno i requisiti nel corso del 2019, per la quota 41 precoci potrà essere presentata entro il 1° marzo 2019, una domanda per il riconoscimento delle condizioni di accesso al beneficio.

Le domande di riconoscimento delle condizioni per l’accesso al beneficio possono essere presentate anche se il lavoratore non è ancora in possesso dei requisiti poichè possono essere valutati in via prospettica e, comunque, maturati entro la fine dell’anno in corso al momento della presentazione della domanda di riconoscimento delle condizioni di accesso al beneficio:

  • il requisito contributivo;
  • il trimestre di inoccupazione successivo alla conclusione del periodo di percezione della prestazione di disoccupazione;
  • il requisito di almeno sette anni negli ultimi dieci di attività lavorativa, ovvero di almeno la metà della vita lavorativa complessiva, svolti come lavoratore addetto a lavori usuranti che soddisfa le condizioni di cui all’articolo 1, commi 1, 2 e 3, del decreto legislativo 21 aprile 2011, n. 67;
  • i sei anni di svolgimento in via continuativa dell’attività gravosa di cui all’articolo 1, comma 199, lettera d).

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]