Pensione Ape sociale: i soldi anticipati vanno restituiti?

-
13/10/2019

Per chi ha avuto la pensione con l’Ape sociale è prevista una restituzione delle somme ricevute a titolo di anticipo pensionistico?

Pensione Ape sociale: i soldi anticipati vanno restituiti?

Fino al 31 dicembre 2019 vi  è la possibilità di accedere al pensionamento anticipato con 63 anni di età e con 30 anni di contributi con l’Ape sociale per coloro che si trovano in determinate condizioni che sono considerate da tutelare. La misura, varata nel 2015, ha permesso il pensionamento di moltissimi italiani che, in attesa dell’accesso alla pensione di vecchiaia hanno potuto godere dell’anticipo pensionistico.

Ape sociale e anticipo: va restituito?

Una nostra lettrice ci chiede:

buona sera mi hanno dato l ape sociale 30 anni di contributi 65 anni di età 

 accudisco  mia madre 86 enne  con l Alzheimer

 a 67 anni quando potrò andare in pensione  devo restituire dei soldi allo stato? la ringrazio x la risposta

A differenza dell’Ape volontario, un anticipo i cui costi ricadono interamente sul richiedente, l’Ape sociale, essendo una tutela per lavoratori in stato di bisogno, permette l’anticipo senza alcun costo per il beneficiario.

L’Ape sociale, infatti, è una misura volta ad accompagnare verso la pensione di vecchiaia disoccupati, invalidi, caregiver, usuranti e gravosi in possesso di determinati requisiti. Per chi ha avuto accesso all’Ape sociale, quindi, al momento dell’accesso alla pensione di vecchiaia non vi sarà alcun importo da restituire poichè l’anticipo pensionistico per le categorie di lavoratori che hanno avuto diritto all’Ape sociale è sostenuto dallo Stato.


Leggi anche: Pensioni anticipate 2021, ecco le regole per uscire prima dal lavoro nel nuovo anno