Pensione Ape sociale rifiutata: lavoro gravoso o contribuzione?

-
15/10/2019

L’ape sociale può essere rifiutata per la mancanza della soddisfazione del requisito contributivo: vediamone i motivi.

Pensione Ape sociale rifiutata: lavoro gravoso o contribuzione?

L’Ape sociale permette il pensionamento anticipato on 63 anni di età ed una contribuzione che varia dai 30 ai 36 anni per determinate categorie di lavoratori bisognose di tutela, quali disoccupati, invalidi, caregiver, addetti a mansioni gravose e lavoratori usuranti. Non sempre la motivazione che crediamo sia alla causa del rigetto della domanda della pensione è quella corretta…indaghiamo.

Pensione Ape sociale rifiutata

Un nostro lettore ci scrive:

Gentile dottoressa buongiorno ho fatto domanda x requisiti ape social lavoro gravoso lavorando per 34 anni come portiere addetto alle pulizie mi è stata rifiutata per il lavoro non considerato gravoso. Volevo sapere se il mio lavoro è gravoso per adesso ho fatto ricorso naturalmente ho 64 anni la ringrazio per la disponibilità; ho lavorato per 34 anni come portiere addetto alle pulizie il mio lavoro è considerato gravoso? Grazie

Gli addetti al servizio di pulizia rientrano tra la mansioni ritenute gravose. la lista dei lavori gravosi, infatti, contiene le seguenti professioni: 

  • addetti alla concia di pelli e pellicce;
  • addetti ai servizi di pulizia;
  • addetti spostamento merci e/o facchini;
  • conducenti di camion o mezzi pesanti in genere;
  • conducenti treni e personale viaggiante in genere;
  • guidatori di gru o macchinari per la perforazione nelle costruzioni;
  • infermieri o ostetriche che operano su turni;
  • maestre/i di asilo nido e scuola dell’infanzia;
  • operai edili o manutentori di edifici;
  • operatori ecologici e tutti coloro che si occupano di separare o raccogliere rifiuti;
  • chi cura, per professione, persone non autosufficienti
  • lavoratori marittimi 
  • i pescatori
  • gli operai agricoli
  • operai siderurgici

Il problema, però, non è se il suo lavoro rientra nei gravosi o no, ma piuttosto la mancanza della contribuzione necessaria all’ingresso alla misura. Se l’Ape sociale per invalidi, disoccupati e caregiver richiede 30 anni di contributi, per i lavoratori usuranti e quelli gravosi richiede 36 anni di contributi. 


Leggi anche: Fondi pensione e previdenza integrativa sempre più importanti: cosa sono, come funzionano

Alla luce di ciò, purtroppo, con i suoi 34 anni di contributi non può accedere all’Ape sociale ma dovrà attendere il compimento dei 67 anni di età per potersi pensionare con la misura prevista per la vecchiaia.