Pensione con 11 anni di contributi, quali sono le possibilità

-
15/10/2019

Quali possibilità di pensionamento ci sono per chi possiede 11 anni di contributi versati? Indaghiamo nel caso del nostro lettore.

Pensione con 11 anni di contributi, quali sono le possibilità

In Italia per poter accedere al pensionamento di vecchiaia a 67 anni sono necessari almeno 20 anni di contributi. Con meno di 20 anni di contributi le possibilità di un pensionamento sono davvero scarse e si può sperare nell’accesso solo se in possesso di determinati, stringenti requisiti. Vediamo il caso e quali sono le strade per una pensione con 11 anni di contributi.

Pensione con 11 anni di contributi

Un nostro lettore ci scrive:

Buona sera, leggo spesso i vostri articoli e vorrei sopporti il mio caso.

Ho 68 compiuti il 15/7/2019. Ho beneficiato della Naspi fino a settembre 2019.

Ho 580 settimane di contributi italiani più circa 16 anni in Belgio che mi stanzia una pensione di circa 400€ al mese.

Non posso usufruire di nessuna pensione italiana.

Attualmente l Inps mi dà 94€ al mese.

Cosa posso sperare?

Grazie per la vostra risposta e cordiali saluti.

Le possibilità di un pensionamento con meno di 20 anni di contributi sono molto remote. Esiste la possibilità di accesso alla pensione di vecchiaia con almeno 15 anni di contributi grazie alle pensioni quindicenni in deroga alla riforma Fornero (quelle previste dalle 3 deroghe Amato).

Per chi, invece, ha meno di 15 anni di contributi l’unica speranza di percepire una pensione è rappresentata dalla pensione di vecchiaia contributiva che richiede:


Leggi anche: Cambio dell’ora, dalla legale alla solare: quando spostare l’orologio

  • almeno 5 anni di contribuzione versata
  • il compimento di 71 anni di età
  • nessun contributo versato prima del 1 gennaio 1996

Se, quindi, i suoi contributi versati in Italia sono stati versati successivamente al 31 dicembre 1995 (essendo una versione contributiva, i contributi versati devono ricadere interamente nel sistema contributivo entrato in vigore proprio il 1 gennaio 1996), può accedere al compimento dei 71 anni alla pensione di vecchiaia contributiva. Al contrario, invece, se sono stati versati in parte anche prima di tale data, purtroppo, non le spetta alcun diritto alla pensione di vecchiaia.