Pensione con 41 anni di contributi, i 5 mesi della legge Fornero, applicati dal 2019

Pensione anticipata con Quota 41, i 5 mesi per l’aspettativa di vita (legge Fornero), saranno applicati nel 2019? Quali saranno i nuovi requisiti?

Pensione Quota 41: Buongiorno, chiedo gentilmente conferma , se , maturando 41 anni di contributi ad aprile 2020 ed avendo fatto gli ultimi 19 anni e 7 mesi di lavoro notturno con orario 22:00 /6 :00 in un istituto di vigilanza armata, posso usufruire della quota 41. Inoltre se anche alla quota 41 per i lavori usuranti viene aggiunta l’aspettativa di vita di 5 mesi . Ringrazio anticipatamente per la vostra disponibilità e cortesia. Buona giornata 

Ultime notizie sulla Riforma pensione per Quota 41

Le ultime notizie sulla Riforma pensione con Quota 100, con 62 anni di età e 38 anni di contributi, che sarà valida per tre anni, per poi subentrare dal 2022-23 nella Quota 41 o Quota 42 per tutti. Nel frattempo la Quota 41 per i precoci resterà in vigore con i seguenti requisiti.

La pensione Quota 41 consente di uscire dal lavoro con 41 anni di contributi versati, indipendentemente dall’età anagrafica. Questa misura, è consentita solo ai lavoratori precoci, che hanno versato almeno 12 mesi di contributi versati,  prima del compimento del 19° anni di età. Oltre ad essere precoci, bisogna trovarsi in particolari situazioni di tutela, ed esattamente:

  • lavoratori dipendenti in stato di disoccupazione per cessazione del rapporto di lavoro a seguito di licenziamento, anche collettivo, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale e che non percepiscono più da almeno tre mesi la prestazione per la disoccupazione loro spettante;
  • lavoratori dipendenti ed autonomi che assistono al momento della richiesta e da almeno sei mesi il coniuge o un parente di primo grado convivente con handicap in situazione di gravità (ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104);
  • lavoratori dipendenti ed autonomi che hanno una riduzione della capacità lavorativa, accertata dalle competenti commissioni per il riconoscimento dell’invalidità civile, superiore o uguale al 74%;
  • lavoratori dipendenti addetti a lavori usuranti (articolo 1, commi 1, 2 e 3, del decreto legislativo 21 aprile 2011, n. 67) e adetti a mansione gravose.

Esonero dei 5 mesi per l’aspettativa di vita (legge Fornero)

Nel 2019 questo requisito aumenta di 5 mesi per l’aspettativa di vita (legge Fornero), sono esonerati i lavoratori che svolgono mansioni gravosi e usuranti. Su questo punto, il Governo stava studiando il blocco, per maggiori informazioni, consigliamo di leggere: Pensione Quota 100, solo per 3 anni come ponte per Quota 41 e stop alla legge Fornero

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all’originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”