Pensione di cittadinanza: requisiti e importi per pensionati over 67

-
31/01/2019

Pensione di cittadinanza: a quanto ammonta l’importo mensile e quanto viene erogato per un nucleo familiare di pensionati?

Pensione di cittadinanza: requisiti e importi per pensionati over 67

Oltre al reddito di cittadinanza è stata introdotta anche la pensione di cittadinanza per i pensionati che vivono al di sotto della soglia di povertà.

La Pensione di cittadinanza decorre dal mese successivo a quello del compimento del  sessantasettesimo anno del componente del nucleo più giovane, come adeguato ai sensi del primo periodo

Requisiti economici pensione di cittadinanza

Per poter percepire la pensione di cittadinanza bisogna rispettare i seguenti requisiti reddituali:

– ISEE familiare inferiore a 9.360 euro all’anno;

– patrimonio immobiliare, diverso dalla prima casa, non superiore ai 30 mila euro;

– patrimonio finanziario inferiore a 6.000 euro, 8.000 se si è in coppia

Pensione di cittadinanza importi di esempio

  • Un pensionato che vive da solo e non ha una casa di proprietà avrà una pensione di cittadinanza di 780 euro al mese: di cui 150 euro per pagare l’affitto;
  • Un pensionato che vive da solo e riceve solo una pensione di invalidità, al posto della sua pensione, riceverà la Pensione di Cittadinanza, che con una casa di proprietà è di 630 euro al mese;
  • Una coppia di pensionati che vive in un appartamento in affitto riceverà un’integrazione che permetterà loro di vivere con 1.032 euro al mese.

Pensione di cittadinanza: panoramica generale

Chi ha compiuto 67 anni e vive sotto la soglia di povertà può ottenere la pensione di cittadinanza per un importo fino a 780 euro mensili se single.

E’ considerato sotto la soglia di povertà chi percepisce un reddito inferiore a 780 euro mensili (per nuclei con più componenti il reddito è maggiorato).

Il reddito di cittadinanza, per i pensionati over 67 anni, assume il nome di pensione di cittadinanza.

I requisiti di accesso sono gli stessi previsti per il reddito di cittadinanza.

La pensione di cittadinanza altro non è che un’integrazione al minimo universale fino a 780 euro mensili e spetterà non solo per le prestazioni previdenziali ma anche per quelle assistenziali.

Per la pensione di cittadinanza, però, si deve tener presente l’indicatore ISEE.


Leggi anche: Pensioni, la ricerca Schroders: ecco perché gli italiani sono i più preoccupati d’Europa

Per la pensione di cittadinanza spettano 630 euro mensili a cui si aggiungono 150 euro se si paga l’affitto.

Se si possiede una seconda casa, però, la pensione di cittadinanza sarò ridotta di 150 euro al mese.