Pensione di reversibilità, assegno di 52,91 euro in più: ecco come richiederli

Pensione di reversibilità si ha diritto ad un assegno di 52,91 euro in più, ma nessuno lo sa. Ecco a chi spetta e come farne richiesta.

Di cosa si tratta

Chi resta vedovi o vedove, oltre alla pensione di reversibilità, hanno diritto anche a questo piccolo assegno mensile di 52,91 euro. Per farne richiesta, però, la persona in questione deve essere “inabile al proficuo lavoro”.

Questo diritto, purtroppo come succede spesso in Italia, non viene riconosciuto in automatico, ma bisogna presentare una domanda per l’integrazione all’INPS. Pochi pensionati, ne sono informati di questo diritto e chi ne è a conoscenza, è stato informato da amici o parenti, ma come è possibile che un cittadino deve venire a conoscenza dei propri diritti da fonti non ufficiali?

Requisiti per la richiesta

Per far richiesta a questo mini assegno, come già abbiamo detto, il vedovo o la vedeva devono essere riconosciuti inabili al proficuo lavoro, quindi devono avere i seguenti requisiti:

  • Inabilità al 100%
  • Titolari di pensione di accompagnamento
  • Richiesta di uno specifico certificato (SS5).

Quest’ultimo requisito si può richiedere al proprio medico di famiglia in cui attesta l’inabilità al proficuo lavoro, quando non si è in possesso dell’invalidità al 100%.

Il documento SS5 va inoltrato all’INPS, poiché è un documento legale può avere un costo fino a 50 euro.

Pensione di cittadinanza

Come presentare la domanda

La domanda va presentata via telematica, ed è un servizio che si può chiedere gratuitamente al proprio padronato di fiducia.

Si può controllare la propria pensione, prima di inoltrare la domanda, ed anche questo è un servizio gratuito del padronato. Basti presentare il modello ObisM, il cedolino paga del pensionato, il numero della posizione INPS e copia di un documento d’Identità valido. Con questo controllo si può vedere se manca qualche voce, come:

  • integrazione al trattamento minimo;
  • maggiorazioni sociali della pensione e incremento;
  • importo aggiuntivo dell’assegno pensionistico;
  • quattordicesima mensilità;
  • prestazioni a favore degli invalidi civili;
  • assegno al nucleo familiare.

In che misura si può richiedere

Dell’assegno di 52,91 euro ne hanno diritto chi ha redditi fino a 27.899,67; l’assegno scende a 19,59 euro per i redditi da 27.899,68 fino a 31.296,62. Mentre, l’assegno non spetta a chi ha un reddito maggiore.

Inoltre è possibile fare richiesta degli arretrati fino a 5 anni retroattivi, fino ad avere arretrati per 3.400,00 euro.

Pensione Quota 100 e Quota 41, i primi dettagli sulla Riforma pensioni, ecco cosa prevede

Quattordicesima pensioni: quando spetta con la reversibilità?

Pensione di reversibilità, assegno di 52,91 euro in più: ecco come richiederli ultima modifica: 2018-07-02T07:15:21+00:00 da Maria Di Palo

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.