Pensione di reversibilità e quattordicesima: gli importi nel 2019

-
09/06/2019

Pensione di reversibilità e quattordicesima 2019: quali saranno i nuovi importi? Tutte le ultime novità.

Pensione di reversibilità e quattordicesima: gli importi nel 2019

La quattordicesima viene corrisposta insieme all’assegno pensionistico del mese di luglio, quindi entro il 2 luglio 2019. La quattordicesima mensilità non spetta a tutti i pensionati; le pensioni che rientrano nel beneficio sono: pensione di vecchiaia; pensione anticipate; pensione di anzianità; pensione di invalidità e inabilità; pensione ai superstiti (di reversibilità). Saranno 3,5 milioni di pensionati a beneficiarne, analizziamo cosa cambia per il 2019 rispondendo ad un quesito di un nostro lettore: Mia mamma percepisce una pensione di reversibilità di 630 euro mensili l’anno scorso la presa quasi 530 di quattordicesima vorrei sapere se per il 2019 prende la stessa somma

Calcolo della Quattordicesima 2019 

Gli importi possono variare a secondi vari fattori: tipologia di pensionamento (lavoratore autonomo o dipendente); anzianità contributiva; fasce di reddito annuo.

Gli importi hanno subito delle modifiche come previsto nella legge di Bilancio 2017. Sono stati aumentati di circa il 30 per cento gli assegni, sia in riferimento alle fasce di reddito inferiore a 1,5 volte il trattamento minimo annuo (non superiore a 10.003,69 euro annui), sia per chi possiede un reddito inferiore a 2 volte il trattamento minimo annuo (non superiore a 13.338,26 euro annui).

Fascia di reddito non superiore a 10.003,69 euro

Quattordicesima mensilità per pensionati con fascia di reddito non superiore a 10.003,69:

  • chi ha versato almeno quindici anni di contributi per i lavoratori dipendenti; 18 anni per i lavoratori autonomi, ha percepito un importo pari a 437 euro;
  • chi ha versato da 16 a 25 anni di contributi per i lavoratori dipendenti; da 19 a 28 se dipendente autonomo, ha percepito un importo di 546 euro;
  • chi ha versato più di 25 anni di contributi per i lavoratori dipendenti; più di 28 anni se dipendente autonomo, ha percepito un assegno di 655 euro.


Leggi anche: Bonus prima casa under 36: Isee, requisiti, scadenza e agevolazioni fiscali

Fascia di reddito non superiore a 13.338,26 euro

Quattordicesima mensilità per pensionati con fascia di reddito non superiore a 13.338,26:

  • chi ha versato almeno quindici anni di contributi per i lavoratori dipendenti; 18 anni per i lavoratori autonomi, ha percepito un importo pari a 336 euro;
  • chi ha versato da 16 a 25 anni di contributi per i lavoratori dipendenti; da 19 a 28 se dipendente autonomo, ha percepito un importo di 420 euro;
  • chi ha versato più di 25 anni di contributi per i lavoratori dipendenti; più di 28 anni se dipendente autonomo, ha percepito un assegno di 504 euro.

Conclusione

A giorni l’INPS pubblicherà una circolare per ufficializzare gli importi e le fasce reddituali, quindi per avere certezza dell’assegno bisogna attendere al circolare INPS.