Pensione di vecchiaia a 56 anni: ecco per chi è possibile

-
26/10/2019

Pensione di vecchiaia anticipata per lavoratori invalidi all’80% o superiore: vediamo requisiti ed età di accesso.

Pensione di vecchiaia a 56 anni: ecco per chi è possibile

Per i lavoratori disabili vi è la possibilità di poter accedere in maniera anticipata alla pensione ma soltanto se in possesso di determinati requisiti anagrafici, contributivi e medici. Vediamo cosa richiede la pensione di vecchiaia anticipata per i lavoratori invalidi e chi può accedervi.

Pensione di vecchiaia anticipata

Una nostra lettrice ci scrive:

Buongiorno sono una disabile al 100×100  ho 51 anni ho la disabilità da4 anni vorrei sapere se posso fare domanda di pensione di vecchiaia. Tengo a precisare che ho un invalidità da 4 anni al 100×100

Limitatamente ai lavoratori del settore privato vi è la possibilità di accedere alla pensione di vecchiaia anticipata per invalidi. La misura, quindi, non è fruibile per i lavoratori del pubblico impiego.

Per poter accedere alla misura, che permette alle donne di anticipare la pensione di vecchiaia di ben 11 anni e agli uomini di 6, è necessario, però avere un’invalidità pari o superiore all’80%.

La pensione, quindi richiede i seguenti requisiti:

  • invalidità pari o superiore all’80%
  • 56 anni di età per le donne
  • 61 anni di età per gli uomini
  • 20 anni di contributi.

L’invalidità richiesta è quella pensionabile e la certificazione dell’invalidità civile non basta: serve, quindi, sottoporsi a nuova visita presso commissione medica ASL.

Se è in possesso dei 20 anni di contributi richiesti, quindi, fra 5 anni potrà accedere alla pensione di vecchiaia anticipata.