Pensione di vecchiaia anticipata: domanda respinta, quali motivi potrebbe avere l’INPS?

Buongiorno

 
Dal luglio 2013 percepisco l’assegno ordinario di invalidità.
Essendo invalido all’85% ieri ho fatto domanda di pensione di vecchiaia anticipata che però stamattina mi è stata respinta dall’INPS senza alcuna spiegazione.
Essendo nato il 9 aprile 1958 compirò a novembre 2018 i 60 anni e 7 mesi previsti dalla legge: forse è perchè non ho ancora raggiunto il requisito dell’età?
Quali altri motivi potrebbero aver indotto l’INPS a respingere la domanda?
 
Da una parte potrebbe essere che la domanda sia stata respinta perchè non in possesso del requisito anagrafico. Dall’altra, però, l’Inps specifica anche che per accedere a questo tipo di pensione bisogna sottoporsi ad una ulteriore visita medica presso commissione INps per stabilire la percentuale di invalidità pensionabile ed è la commissione stessa a stabilire se è consentito l’accesso o meno alla prestazione.
Se si è sottoposto a tale visita, potrebbe anche essere che la commissione non ha ritenuto la sua invalidità pensionabile consona all’accesso alla prestazione ma se nel respingere la sua domanda non è stato specificato il motivo o si fa spiegare le motivazioni o presenta di nuovo domanda non appena compie i 60 anni e 7 mesi per togliersi il dubbio che possa essere dipeso da questo requisito mancante.
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.