Pensione di vecchiaia anticipata: quanto tempo per l’accettazione della domanda?

-
24/01/2020

Dopo quanto tempo l’INPS fornisce una risposta alle domande di pensione presentate? Vediamo la prassi cosa prevede per il pubblico e per il privato.

Pensione di vecchiaia anticipata: quanto tempo per l’accettazione della domanda?

I lavoratori del settore privato con invalidità pari o superiore all’80% possono accedere alla pensione di vecchiaia anticipata con 20 anni di contributi e 61 anni di età per gli uomini e 56 anni di età per le donne. Per la decorrenza della pensione, in ogni caso c’è una finestra di attesa di 12 mesi. Vediamo le tempistiche per la domanda e l’erogazione della pensione.

Pensione di vecchiaia anticipata

Un nostro lettore ci scrive:

Gentile dott. ssa Del Pidio ho 61 anni 1881 settimane per la misura  1754 per il diritto, ho l’invalidità di 80%(malattia di Parkinson) non più soggetto a revisione verbale del 4/9/2019 con deficit lavorativo dal 74% al 99%,mi sono rivolto all’inps per chiedere se con i miei requisiti potevo fare domanda di pensione anticipata per invalidi, mi è stato risposto che potevo presentare la domanda(anche online), in data 12/12/1919 ho presentato domanda. A tutt’oggi non risulta risposta o in negativo o in positivo, nella mia pagina personale inps visualizza lo stato della domanda in lavorazione. Mi sono ripresentato all’inps e mi hanno risposto che ci vogliono dai 30 ai 90 giorni per una risposta della domanda perché le domande sono tante. Le chiedo se è possibile spettare tutto questo tempo se i requisiti da loro visionati e confermati ci sono. Grazie buona giornata.


Leggi anche: Il superbonus casa al 110% potrebbe scendere al 75%: le ipotesi allo studio

Purtroppo ci vogliono anche 8 mesi per ricevere la risposta di accettazione di una domanda di pensione, non mi stupisco dei 30/90 giorni proposti nel suo caso. Le dico che soltanto per le domande di pensione quota 100, che hanno una corsia preferenziale si impiegano 60 giorni, per tutte le altre domande di pensione i tempi di attesa per la risposta sono molto più lunghi e si va dai 4 ai 6 mesi per le domande per i lavoratori del settore privato per arrivare fino ad 8 mesi per le domande presentate dai lavoratori del pubblico impiego.

In ogni caso, venendo a lei, quello che purtroppo non le è stato detto è che è pur vero che alla misura si accede con 61 anni per gli uomini ma che la decorrenza della pensione scatta dopo 12 mesi (al compimento quindi dei 62 anni) poichè la finestra di attesa per la misura è appunto, di 1 anno. Ora che l’Inps impieghi 30 o 90 giorni a darla una risposta per lei poco cambia poichè la decorrenza della pensione potrà averla solo a partire dal primo giorno del mese successivo a quello in cui compirà 62 anni. Anzi, è possibile anche che l’Inps respinga la sua domanda proprio perchè non è trascorsa la finestra di attesa di 12 mesi. In questo caso le raccomando di ripresentare domanda di pensione almeno 4 mesi prima di compiere i 62 anni. Le auguro un in bocca al lupo.