Pensione: donne con 57 anni e 35 anni di contributi, accordo Lega – M5S

-
18/05/2018

Sembra sempre più vicina un’eventuale prorogo del regime sperimentale Opzione donna.

Pensione: donne con 57 anni e 35 anni di contributi, accordo Lega – M5S

Sempre più vicina la proroga dell’opzione donna che permetterebbe alle lavoratrici di andare in pensione con 57 anni e 7 mesi di età unitamente a 35 anni di contributi.

L’accordo tra la Lega e il Movimento 5 Stelle appare concluso anche se mancano ancora rifiniture prima di consegnare la rosa dei candidati premier al Presidente della Repubblica. I punti dell’accordo toccano molti punti che interessano i cittadini, come ad esempio il tema delle pensioni.

Le ipotesi che sembrano più avvalorate sono quelle della quota 100 e della proroga che porterebbe ad una estensione dell’opzione donna.

Nel contratto, infatti, si legge chiaramente che entrambi gli schieramenti hanno l’intento di prorogare il regime sperimentale utilizzando le risorse disponibili.

In questo modo manterrebbero le promesse fatte in campagna elettorale sulle quali il Movimento Opzione Donna, nelle ultime settimane, sta facendo molte pressioni.

Opzione donna ma anche quota 100

La revisione della Legge Fornero che hanno in mente Lega e M5S porterebbe anche all’introduzione di altre due possibilità di pensionamento, ovvero 41 anni di contributi versati e la quota 100. Per tale iniziative il contratto prevede lo stanziamento di risorse pari a 5 miliardi di euro annui.

Leggi anche: Pensione anticipata quota 100: cosa è e chi interessa