Pensione: Inps e patronato non mi danno risposta, cosa posso fare?

-
20/09/2019

Pensione: la domanda presentata da più di un anno e non si hanno risposte, cosa fare in questi casi? Analizziamo il caso di un nostro lettore.

Pensione: Inps e patronato non mi danno risposta, cosa posso fare?

La pensione per alcuni lavoratori è una lotta senza fine, la carriera lavorativa discontinua, i contributi versati tra Italia e Estero e infine dopo aver presentato domanda di pensionamento, anche coloro addetti alle pratiche pensionistiche non danno spiegazioni e si brancola nel buio. Ecco la storia di un nostro lettore che ci chiede cosa fare: Buongiorno, mi chiamo C. nato nel 1952 in Argentina. Ho 16 anni di apporti in Italia come operaio, più 10 anni di autonomo in Argentina. Ho cominciato con la domanda di pensione mediante il patronato INCA a giugno del 2018 senza nessun risultato, nemmeno una risposta, ho lasciato il lavoro per accudire mia moglie disabile 100% è come non mi sono fatto licenziare del lavoro non ho diritto a nessun aiuto monetario, per favore ditemi cosa posso fare grazie.

Pensione: domanda bloccata

Le consiglio di recarsi all’Inps e verificare perché la sua domanda non è andata a buon fine. Se non ha il protocollo della presentazione, basta presentare il codice fiscale e l’addetto dell’Inps farà una verifica nel sistema per capire qual è il problema che ha bloccato la sua pratica. Può darsi che la pratica sia sospesa per mancanza di documenti. Dopo aver capito l’ostacolo può ripresentare una nuova domanda con la giusta documentazione. Le consiglio anche di chiedere le credenziali Inps in modo da controllare lei stesso la pratica una volta inoltrata.

Leggi anche: Pensione anticipata: come cumulare i contributi Italia – Estero

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062


Leggi anche: Mutui casa 2021: domande in crescita nonostante il Covid, aumenta anche l’importo medio