Pensione: legge 104 e anticipo di 5 anni con maxiscivolo

Pensione con scivolo aziendale e assistenza al familiare con legge 104, quali possibilità e di cosa si tratta. Tutte le ultime novità previste nell’emendamento Decreto crescita.

In pensione con lo scivolo aziendale, importanti novità nel decreto Crescita che sarà approvato definitivamente entro fine giugno. Il decreto prevede che le aziende con un organico superiore a 1.000 dipendenti potrà prevedere un pensionamento anticipato con scivolo di cinque anni. La misura è sperimentale ed è valida per un triennio dal 2019 al 2020. Analizziamo di cosa si tratta, rispondendo ad un quesito di un nostro lettore:Buongiorno, volevo sapere se con l’assistenza a mio padre disabile se gli venisse riconosciuta la legge 104 avrei diritto ad un anticipo pensionistico? Questo poi se l’azienda in cui lavoro con più di 1000 operai decidesse per uno “scivolo pensionistico”.

In pensione con lo scivolo pensionistico: novità nel DL Crescita

La misura è stata introdotta per il biennio 2019-2020 e potranno beneficiarne le aziende che hanno un organico superiore alle 1.000 unità per un restyling aziendale. La misura prevede un contratto di espansione per accelerare il cambio della forza lavoro, previo accordo sindacale e Ministero del lavoro.

Potranno far parte di questo accordo i lavoratori che si trovano a non più di cinque anni dal raggiungimento della pensione, in alternativa potranno avere una riduzione dell’orario di lavoro, come riporta l’emendamento del decreto crescita.

Nello specifico il DL 34/2019 riporta: “una strutturale modifica dei processi aziendali finalizzati al progresso e allo sviluppo tecnologico dell’attività, nonché la conseguente esigenza di modificare le competenze professionali in organico mediante un loro più razionale impiego.

Maxi scivolo pensionistico

Potranno entrare nello scivolo pensionistico i dipendenti che si trovano a non più di cinque anni dalla pensione di vecchiaia (con età anagrafica di 67 anni) o alla pensione anticipata (con 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 41 e 10 mesi per le donne). Sarà riconosciuta un’indennità commisurata al trattamento pensionistico maturato dal lavoratore al momento della cessazione del rapporto di lavoro. Per fruire dello scivolo bisogna avere un requisito contributivo di almeno 20 anni. L’indennità verrà riconosciuta fino al raggiungimento dell’età pensionistica. Inoltre, l’indennità scivolo è comprensiva dell’indennità Naspi che verrà erogata al fronte della risoluzione del rapporto di lavoro.

Riduzione Orario di lavoro

Per chi non si trova nella condizione di poter beneficiare dello scivolo pensionistico, è prevista una riduzione dell’orario di lavoro che non potrà essere superiore al 30 per cento dell’orario giornaliero, settimanale o mensile dei lavoratori interessati al contratto di espansione.

Pensione anticipata Caregiver

Per chi assiste il familiare disabile con legge 104 è possibile accedere per il 2019 all’Ape sociale. Per poter fare domanda bisogna avere un’età anagrafica di 63 anni e da almeno sei mesi assistere il familiare con handicap grave secondo la legge 104 art. 3 comma 3. Inoltre, è richiesto un requisito contributivo di 30 anni. È possibile trovare in quest’articolo tutte le informazioni: Ape sociale come caregiver nel 2019: ecco quando è possibile

Un’altra opportunità per la figura Caregiver è prevista nella Quota 41 destinata ai precoci, cioè ai lavoratori che hanno almeno un anno di contributi versati prima del compimento del 19° anno di età. Inoltre, devono aver maturato 41 anni di contributi e anche in questo caso, bisogna aver prestato all’atto della domanda, almeno sei mesi di assistenza ad un familiare con handicap grave. La Quota 41 a differenza dell’Ape Sociale, è istituzionale e la domanda può essere presentata anche negli anni successivi al 2019.

È possibile trovare qui tutte le informazioni: Pensione quota 41 caregiver: requisiti di prepensionamento

Conclusione

Qualora a suo padre venisse riconosciuta la legge 104 e solo dopo sei mesi di assistenza, lei può aderire alle forme di pensione anticipata: Ape Sociale o Quota 41, se ha i requisiti evidenziati. Non indicando la data di nascita e i contributi maturati, non posso darle una risposta corretta. Le ho illustrato anche lo scivolo pensionistico nel caso in cui la sua azienda intendesse aderire al contratto di estensione previsto nell’emendamento del Decreto Crescita.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”