Pensione mamme: anticipo di 4 mesi per ogni figlio, è legge dal 1995

-
23/01/2020

Sconto di 4 mesi per ogni figlio per le lavoratrici madri: è già legge da tempo ma solo per chi è in possesso di determinati requisiti, vediamo quali.

Pensione mamme: anticipo di 4 mesi per ogni figlio, è legge dal 1995

Non tutte le lavoratrici lo sanno e, purtroppo la misura non è fruibile da tutte le lavoratrici ma soltanto da quelle che ricadono interamente nel sistema contributivo ma la legge numero 335 del 1995 prevede la concessione alle lavoratrici madri di 4 mesi di sconto sulle pensione per ogni figlio fino ad un massimo di 1 anno. Vediamo di cosa si tratta, essendo una cosa non da poco per noi donne in una fase previdenziale che vede l’età pensionabile in continua crescita.

Pensione mamme con sconto

Come abbiamo detto sopra possono avere lo sconto sull’età pensionabile di 4 mesi per ogni figlio (fino ad un massimo di 1 anno per le lavoratrici che hanno 3 o più figli) la donne che hanno i propri contributi ricadenti interamente nel sistema contributivo. Chi può approfittare dello sconto quindi?

Innanzitutto chi ha iniziato a lavorare dopo il 31 dicembre 1995 ed ha, di conseguenza tutti i contributi versati nel sistema contributi.

Può accedere allo sconto anche chi può esercitare l’opzione contributiva ai sensi dell’articolo 1, comma 23 della legga numero 223 del 1995. Puà esercitare tale opzione chi non è in possesso di 18 anni di contribuzione versati entro il 31 dicembre 1995, può vantare almeno 15 anni di contributi ed almeno 5 anni di contributi versati dopo il 31 dicembre 1995.


Leggi anche: Contact center INPS: numero verde dall’Italia e dall’estero

Possono fruire dello sconto per maternità anche coloro che possono optare per il computo nella gestione separata, che prevede, appunto, l’intero ricalcolo contributivo dell’assegno pensionistico (per approfondire questo argomento è possibile leggere l’articolo:  Computo nella Gestione separate: come si procede?

Sconto sulla pensione per le mamme

Come abbiamo detto lo sconto in questione prevede 4 mesi di anticipo sulla pensione  di vecchiaia per ogni figlio (massimo 12 mesi in totale per le mamme che hanno 3 o più figli), ma solo per le lavoratrici che possono avere l’assegno previdenziale calcolato interamente con il sistema contributivo.

Non rientrano in questa possibilità le donne che accedono alle pensione con l’opzione donna poichè tale misura non prevede un completo passaggio al sistema contributivo.