Pensione Opzione donna 2019: contributi figurativi si, ma non tutti; ecco quali

-
14/01/2019

Quali contributi possono essere utilizzati per raggiungere i 35 anni necessari per l’accesso al regime sperimentale opzione donna?

Pensione Opzione donna 2019: contributi figurativi si, ma non tutti; ecco quali

Ho due anni di contributi figurativi e con essi raggiungo i 35 anni necessari per accedere alla pensione con Opzione donna. Posso utilizzarli o i 35 anni richiesti devono essere anni di lavoro effettivi soltanto?

 

Il regime sperimentale opzione donna permette il pensionamento alle donne nate fino al 1958/1959 (a seconda che siano dipendenti o autonome) con almeno 35 anni di contributi maturati che scelgano, in cambio del pensionamento anticipato il ricalcolo contributivo della propria pensione.

La proroga del regime sperimentale i requisiti di accesso restano esattamente quelli stabiliti dalla legge Maroni per il 2015 (a cui aggiungere gli adeguamenti alla speranza di vita).

Contributi per opzione donna

Per raggiungere il requisito contributivo dei 35 anni richiesto dall’opzione donna sono utili contributi da riscatto, da ricongiunzione, volontari, obbligatori e anche i contributi figurativi. Sono esclusi dal conteggio soltanto i contributi figurativi accreditati per malattia o per disoccupazione.

Si ricorda che il cumulo e la totalizzazione non possono essere utilizzati per perfezionare l’opzione donna: i contributi accreditati in gestioni previdenziali diversi possono essere utilizzati solo con la ricongiunzione onerosa (la totalizzazione è concessa solo per i contributi esteri).

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all’originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio