Pensione Opzione donna dal 2019, contributi figurativi (Naspi e malattia) sono ammessi?

-
05/11/2018

Pensione anticipata Opzione donna dal 2019, i contributi figurativi (Naspi e malattia), saranno valutati per il calcolo del requisito contributivo?

Pensione Opzione donna dal 2019, contributi figurativi (Naspi e malattia) sono ammessi?

Pensione Opzione donna dal 2019, quali saranno i cambiamenti apportati alla proroga? I contributi figurativi rientreranno nel calcolo del requisito contributivo? Analizziamo le ultime notizie sull’Opzione donna, rispondendo ad un quesito di un nostro lettore:

Gentilmente vorrei sapere se rientrano i contributi figurativi nell’Opzione donna.. Grazie

 

Proroga Opzione donna

La proroga Opzione donna, sarà il prossimo passo su cui il nuovo governo dovrà lavorare. Attualmente la misura non è ancora stata presentata, tante le ipotesi, ma nulla di concreto. Per sapere le ultime notizie, consigliamo di leggere: Pensione Opzione donna dal 2019 anche per le nate nel 1961, tutte le FAQ aggiornate

In riferimento ai contributi figurativi, non sappiamo quali requisiti saranno richiesti nella nuova formulazione della misura Opzione donna, sicuramente saranno variati. 

Comunicato del Governo

Nel comunicato del Governo n. 23 del 15 ottobre, viene confermata per le donne la proroga Opzione Donna: “Per le donne si proroga “Opzione Donna” che permette alle lavoratrici con 58 anni, se dipendenti, o 59 anni, se autonome, e 35 anni di contributi, di andare in pensione“.

Non si parla di requisiti specifici, quindi la pensione Opzione donna, resta ancora un’incognita. Si spera in un cambiamento dei requisiti, quindi per il momento ci dobbiamo attenere ad ipotesi, bisogna ancora attendere.

Ipotesi e speranze

Basandoci sulla misura attuale l’Opzione donna, è molto penalizzante, infatti non è possibile andare subito in pensione, ma occorre attendere una finestra di 12 o 18 mesi (lavoratrici dipendenti o autonome) dalla data di maturazione dei requisiti.

Inoltre, l’assegno di pensione è calcolato con il metodo contributivo, con una penalizzazione di circa il 30%. Per sapere le differenze tra calcolo retributivo e contributivo, abbiamo redatto una guida: Come si calcola la pensione con il calcolo contributivo e retributivo, confronto e convenienza

Nel requisito dei 35 anni di contributi, non vengono considerati gli accrediti figurativi per disoccupazione (NASPI) e malattia.

Conclusione

Al momento nulla di concreto, le consiglio di attendere che la proroga diventi definitiva, sperando che venga resa accessibile a tutte le lavoratrici, apportando le giuste modifiche.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]